Home > Riviste > Italian Journal of Vascular and Endovascular Surgery > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2000 September;7(3) > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2000 September;7(3):247-66

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

STORIA DELLA CHIRURGIA VASCOLARE: I PERSONAGGI, LE TECNICHE, LE INTUIZIONI   

Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2000 September;7(3):247-66

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Vertigo. Pars prima

Argenteri A.

Department of Vascular Surgery Università of Pavia, Italy


PDF


Pur se non strettamente collegato alla disciplina chirurgica vascolare, il «sintomo vertigine» è sovente un epifenomeno di patologie vascolari. È su tale presupposto ed in relazione alla lettura di un trattato francese del XVII secolo sulla vertigine, che viene delineata una «storia della vertigine» di Charles Le Pois (1563-1633), professore e Rettore dell’estinta Università di Pont à Moussor. Nel trattato, lo studioso francese, nel capitolo «De vertigine semplici», descrive e commenta un esemplare caso clinico di vertigine, cercando di spiegare l’etiopatogenesi e la fisiopatologia del sintomo. L’escursus si sposta, quindi, al XVIII secolo, con l’incontro con il filosofo e medico Julien Offray de la Mettrie (1709-1751), autore di un trattato sulla vertigine. Nella sua opera, La Mettrie descrive in maniera minuziosa i sintomi corredo di una sindrome vertiginosa, suddividendo, per primo, vari tipi di vertigine.

inizio pagina