Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Journal of Radiological Review 2020 November-December;7(6) > Journal of Radiological Review 2020 November-December;7(6):427-34

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ORIGINAL ARTICLE   

Journal of Radiological Review 2020 November-December;7(6):427-34

DOI: 10.23736/S2723-9284.20.00049-8

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Valutazione radiologica sulla deglutizione di soggetti anziani: i nostri undici anni di esperienza con la presbifagia e il presbiesofago

Filippo BARBIERA 1 , Elena MURMURA 1, Francesco LA SETA 2, Bruno MURMURA 3, Tommaso SMERALDI 3, Ludovico LA GRUTTA 3

1 Unit of Radiology, Hospital of Sciaccia-Sciacca-Ribera AG2 District, ASP Agrigento, Sciaccia, Agrigento, Italy; 2 Unit of Radiology, Cervello Hospital, ASP Villa Sofia-Vincenzo Cervello Hospital, Palermo, Italy; 3 Institute of Radiology, Department of Biomedicine, Neuroscience and Advanced Diagnostics, University of Palermo, Palermo, Italy



OBIETTIVO: Abbiamo effettuato una valutazione retrospettiva di 496 pazienti ambulatoriali con presbifagia primaria, di età superiore a 67 anni, sottoposti a studio della deglutizione con videofluoroscopia digitale presso l’Unità Operativa di Radiologia del Presidio Ospedaliero di Sciacca negli ultimi 11 anni, finalizzata a valutare la prevalenza di anomalie delle fasi orale, faringea ed esofagea della deglutizione.
METODI: Tra i pazienti di età superiore a 67 anni con disfagia primaria, sono stati identificati i pazienti affetti da presbiesofago (gruppo P) e pazienti senza presbiesofago. In quest’ultimo gruppo, abbiamo identificato pazienti con alterazioni della fase orale e/o faringea (gruppo N) e pazienti con deglutizione normale (gruppo S) ma con ernia iatale da scivolamento e/o reflusso gastroesofageo. Abbiamo confrontato i dati utilizzando il test χ2 (P<0,05).
RISULTATI: Tra 496 pazienti con disfagia primaria, 101 pazienti (20,4%) sono stati inclusi nel gruppo P, 201 nel gruppo N e 155 nel gruppo S. In 39 (7,9%), la videofluoroscopia non ha dimostrato alcuna alterazione. Le differenze tra i gruppi P e N circa le alterazioni della fase orale, l’aspirazione, l’ipertono cricofaringeo e la presenza simultanea delle alterazioni della fase orale e faringea non sono risultate statisticamente significative. La prevalenza di penetrazione, stasi faringea, ernia jatale da scivolamento sono risultate statisticamente significative e la loro prevalenza è maggiore nel gruppo N rispetto al gruppo P. Sul reflusso gastroesofageo la differenza è risultata statisticamente significativa tra i nostri tre gruppi ed è maggiore nei gruppi N e S.
CONCLUSIONI: I nostri dati confermano l’elevata prevalenza delle alterazioni delle fasi orale, faringea ed esofagea della deglutizione nei pazienti anziani disfagici con presbifagia primaria. I nostri risultati suggeriscono che i pazienti con presbiesofago dovrebbero essere considerati una categoria a parte tra i pazienti con presbifagia. La videofluoroscopia è fondamentale nella diagnosi di queste condizioni patologiche.


KEY WORDS: Deglutizione, disturbi; Faringe; Reflusso gastroesofageo

inizio pagina