Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Journal of Radiological Review 2020 November-December;7(6) > Journal of Radiological Review 2020 November-December;7(6):427-34

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

ORIGINAL ARTICLE   

Journal of Radiological Review 2020 November-December;7(6):427-34

DOI: 10.23736/S2723-9284.20.00049-8

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Valutazione radiologica sulla deglutizione di soggetti anziani: i nostri undici anni di esperienza con la presbifagia e il presbiesofago

Filippo BARBIERA 1 , Elena MURMURA 1, Francesco LA SETA 2, Bruno MURMURA 3, Tommaso SMERALDI 3, Ludovico LA GRUTTA 3

1 Unit of Radiology, Hospital of Sciaccia-Sciacca-Ribera AG2 District, ASP Agrigento, Sciaccia, Agrigento, Italy; 2 Unit of Radiology, Cervello Hospital, ASP Villa Sofia-Vincenzo Cervello Hospital, Palermo, Italy; 3 Institute of Radiology, Department of Biomedicine, Neuroscience and Advanced Diagnostics, University of Palermo, Palermo, Italy



OBIETTIVO: Abbiamo effettuato una valutazione retrospettiva di 496 pazienti ambulatoriali con presbifagia primaria, di età superiore a 67 anni, sottoposti a studio della deglutizione con videofluoroscopia digitale presso l’Unità Operativa di Radiologia del Presidio Ospedaliero di Sciacca negli ultimi 11 anni, finalizzata a valutare la prevalenza di anomalie delle fasi orale, faringea ed esofagea della deglutizione.
METODI: Tra i pazienti di età superiore a 67 anni con disfagia primaria, sono stati identificati i pazienti affetti da presbiesofago (gruppo P) e pazienti senza presbiesofago. In quest’ultimo gruppo, abbiamo identificato pazienti con alterazioni della fase orale e/o faringea (gruppo N) e pazienti con deglutizione normale (gruppo S) ma con ernia iatale da scivolamento e/o reflusso gastroesofageo. Abbiamo confrontato i dati utilizzando il test χ2 (P<0,05).
RISULTATI: Tra 496 pazienti con disfagia primaria, 101 pazienti (20,4%) sono stati inclusi nel gruppo P, 201 nel gruppo N e 155 nel gruppo S. In 39 (7,9%), la videofluoroscopia non ha dimostrato alcuna alterazione. Le differenze tra i gruppi P e N circa le alterazioni della fase orale, l’aspirazione, l’ipertono cricofaringeo e la presenza simultanea delle alterazioni della fase orale e faringea non sono risultate statisticamente significative. La prevalenza di penetrazione, stasi faringea, ernia jatale da scivolamento sono risultate statisticamente significative e la loro prevalenza è maggiore nel gruppo N rispetto al gruppo P. Sul reflusso gastroesofageo la differenza è risultata statisticamente significativa tra i nostri tre gruppi ed è maggiore nei gruppi N e S.
CONCLUSIONI: I nostri dati confermano l’elevata prevalenza delle alterazioni delle fasi orale, faringea ed esofagea della deglutizione nei pazienti anziani disfagici con presbifagia primaria. I nostri risultati suggeriscono che i pazienti con presbiesofago dovrebbero essere considerati una categoria a parte tra i pazienti con presbifagia. La videofluoroscopia è fondamentale nella diagnosi di queste condizioni patologiche.


KEY WORDS: Deglutizione, disturbi; Faringe; Reflusso gastroesofageo

inizio pagina