Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Journal of Radiological Review 2020 July-August;7(4) > Journal of Radiological Review 2020 July-August;7(4):325-33

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

CASE REPORT   

Journal of Radiological Review 2020 July-August;7(4):325-33

DOI: 10.23736/S2723-9284.20.00020-4

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Arterite di Takayasu: un caso tipico di una malattia rara

Alberto PACIELLI 1 , Michele BINI 2, Giuseppe STRANIERI 2, Manuela SANDRONE 3, Giacomo P. VAUDANO 3, Daniele SAVIO 3, Roberta FENOGLIO 4

1 Institute of Radiology, Città della Salute e della Scienza, Turin, Italy; 2 Department of Radiology, San Luigi Gonzaga Hospital, Orbassano, Turin, Italy; 3 Department of Radiology, San Giovanni Bosco Hospital, Turin, Italy; 4 Department of Nephrology, San Giovanni Bosco Hospital, Turin, Italy


PDF


L’arterite di Takayasu è una patologia infiammatoria idiopatica cronica che coinvolge principalmente i grandi vasi, soprattutto l’aorta e i suoi rami principali, le arterie polmonari e le coronarie. Qui discutiamo il caso di una paziente di 33 anni affetta da arterite di Takayasu senza coinvolgimento succlavio, inviata al nostro Centro per indagare e trattare un’ipertensione derivata dalla sua vasculite. Dopo approfonditi esami clinici, laboratoristici e strumentali, riscontravamo una marcata stenosi dell’arteria renale sinistra, così decidevamo di eseguire un’angioplastica percutanea per ristabilire una buona pervietà vascolare; a causa di una minima dissezione intimale intra-procedurale posizionavamo uno stent a tale livello, con risultato finale soddisfacente. Il giorno dopo la procedura, veniva eseguita un’angio-TC per meglio valutare i segmenti arteriosi stenotici, con una scansione dal circolo di Willis sino al carrefour aorto-bisiliaco. L’indagine mostrava importante ispessimento parietale della carotide comune sinistra, con lume esile ed irregolare; reperti analoghi erano visibili anche in corrispondenza del tratto prossimale della carotide comune destra. Sia le carotidi interne che esterne apparivano regolari, al pari dei vasi succlavi, vertebrali e di quelli intra-cranici. L’aorta addominale era coinvolta dallo iato aortico sino all’emergenza dell’arteria mesenterica inferiore. Il tessuto perivascolare mostrava impregnazione contrastografica nelle fasi più tardive, confermando la diagnosi di vasculite. La paziente veniva dimessa ed indirizzata al nostro centro anti-ipertensivo per un appropriato follow-up.


KEY WORDS: Arterite di Takayasu; Vasculite; Angio-TC

inizio pagina