Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Journal of Radiological Review 2020 May-June;7(3) > Journal of Radiological Review 2020 May-June;7(3):237-40

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

CASE REPORT   

Journal of Radiological Review 2020 May-June;7(3):237-40

DOI: 10.23736/S2723-9284.20.00023-4

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Raro caso di bronco tracheale dislocato come causa di bronchiti ricorrenti e bronchiectasie cistiche in paziente adulto

Anna SIKORA , Valentina SETTINO, Maria PETULLÀ, Anna ROTUNDO, Francesco MANTI, Domenico LAGANÀ

Mater Domini Polyclinic Radiology Unit, Department of Experimental and Clinical Medicine, Specialization School in Radiodiagnostics, Magna Græcia University, Catanzaro, Italy


PDF


Il bronco tracheo-bronchiale è una rara condizione congenita definita come la presenza di un bronco anomalo che origina dalla trachea o da uno dei due bronchi principali. Solitamente il bronco con origine tracheale è localizzato in corrispondenza del versante destro della trachea a circa 2 cm dalla carena. L’incidenza di tale anomalia è riportata tra lo 0.2% e il 5%. Può essere classificato in bronco soprannumerario e bronco dislocato. Nel primo caso il bronco per il lobo superiore è regolarmente presente. Nel secondo caso, invece, il bronco per il lobo superiore manca in parte o completamente. Quando il bronco tracheale sostituisce interamente il bronco per il lobo superiore si parla di bronco suino. Tale anomalia di sviluppo può essere isolata o associarsi ad altre anomalie. Nella maggior parte dei casi, i pazienti adulti che presentano tale anomalia risultano asintomatici e il riscontro di tale condizione avviene incidentalmente durante l’esecuzione di esami radiologici o broncoscopie. Invece, nella popolazione pediatrica, tale anomalia è associata piuttosto frequentemente a patologie polmonari quali polmoniti, bronchiti croniche e bronchiectasie. Di seguito riportiamo il caso clinico di un paziente maschio di 81 anni che giunge alla nostra osservazione per l’insorgenza di bronchiti ricorrenti. Viene sottoposto ad un esame radiologico del torace che pone il sospetto della presenza di un bronco tracheale. Si decide di confermare tale sospetto con un esame di II livello, a questo punto il paziente esegue un esame TC del torace ad alta risoluzione (HRTC) che mostra un anomalo bronco con origine dal lato destro della trachea distale sopra-carenale che si distribuisce al lobo superiore destro.


KEY WORDS: Bronco tracheale; Bronchite; Tomografia computerizzata ad alta risoluzione

inizio pagina