Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Settembre-Ottobre;6(5) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Settembre-Ottobre;6(5):485-91

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

CASE REPORT   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Settembre-Ottobre;6(5):485-91

DOI: 10.23736/S2283-8376.19.00203-1

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Imaging integrato nel percorso diagnostico di un caso pediatrico di tubercolosi extrapolmonare, associata a infezione da HIV

Laura GABRIELI , Mariantonietta MONTEDURO, Annarita MILELLA, Federica LARICCHIA, Antonio A. STABILE IANORA

Unit of Radiodiagnostics, Aldo Moro University of Bari, Bari, Italy


PDF


La tubercolosi (TBC), nei paesi in via di sviluppo, è prevalentemente diffusa in aree con inadeguate condizioni socio-economiche e igienico-sanitarie. In Occidente, attualmente, la TBC colpisce prevalentemente la popolazione anziana. La maggiore incidenza della patologia appare correlata ai sempre più diffusi fenomeni migratori e nei giovani spesso si associa a infezione da HIV. La TBC è causata nelle sue diverse forme (polmonare, miliare, scrofolosa, intestinale, meningea, osteo-articolare) da batteri a lenta crescita, appartenenti al genere Mycobacterium. Tali batteri possono localizzarsi primitivamente a livello dell’addome che può essere interessato anche secondariamente per diffusione ematica da focolai polmonari attivi o per contiguità da organi adiacenti. La TBC addominale può interessare l’apparato gastrointestinale, il peritoneo, i linfonodi, il mesentere e gli organi parenchimatosi. La diagnosi di TBC intestinale risulta particolarmente difficoltosa in quanto la malattia è responsabile di una sintomatologia aspecifica e può porre problemi di diagnosi differenziale con altre patologie granulomatose come il Morbo di Crohn. L’articolo illustra i reperti di imaging più suggestivi che hanno indotto il sospetto diagnostico di TBC intestinale in una paziente di 16 anni, nata in Africa, residente in Italia da 3 anni, immunocompromessa, HIV+. La conoscenza dei dati clinici è stata fondamentale per la formulazione di un’ipotesi diagnostica corretta, permettendo inoltre un più idoneo management terapeutico del paziente.


KEY WORDS: Tubercolosi; Mycobacterium Tuberculosis; Imaging diagnostico

inizio pagina