Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Maggio-Giugno;6(3) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Maggio-Giugno;6(3):268-74

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

PICTORIAL ESSAY   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Maggio-Giugno;6(3):268-74

DOI: 10.23736/S2283-8376.19.00177-3

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Varianti anatomiche della vascolarizzazione arteriosa del fegato: correlazioni tomografia computerizzata-angiografia a sottrazione digitale

Silvia TORTORA , Giovanna GORGA, Luca MAGGI, Elena VALCONI, Chiara FLORIDI, Gianpaolo CARRAFIELLO

Unit of Diagnostic and Interventional Radiology, San Paolo Hospital, ASST Santi Paolo e Carlo, Milan, Italy


PDF


L’obiettivo del seguente articolo è quello di esaminare le varianti anatomiche della vascolarizzazione arteriosa epatica mediante l’utilizzo dell’angio-tomografia computerizzata (angio-TC) a 64 strati. Ci sono diverse varianti anatomiche utili da conoscere ai fini della pianificazione del trattamento di pazienti con carcinoma epatocellulare da sottoporre a intervento chirurgico o a terapia endovascolare. Vengono illustrate le classificazioni delle varianti anatomiche della vascolarizzazione arteriosa epatica evidenziabili con l’angiografia a sottrazione digitale e con la TC. Sono poi riportati alcuni esempi del nostro istituto. L’angio-TC è in grado di visualizzare le varianti anatomiche della vascolarizzazione arteriosa epatica consentendo quindi una corretta pianificazione del trattamento chirurgico o endovascolare. La radiologia interventistica svolge un ruolo chiave nel trattamento endovascolare avanzato dei tumori epatici. La somministrazione di farmaci e/o agenti chemoembolizzanti spesso richiede la cateterizzazione superselettiva delle arterie alla massa tumorale per preservare il parenchima epatico sano.


KEY WORDS: Anatomia; arteria epatica; tomografia computerizzata multidetettore

inizio pagina