Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Maggio-Giugno;6(3) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Maggio-Giugno;6(3):238-43

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

CASE REPORT   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Maggio-Giugno;6(3):238-43

DOI: 10.23736/S2283-8376.19.00170-0

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Un raro caso di Mieloma Multiplo con localizzazioni extra-midollari: diagnosi e follow-up mediante tomografia computerizzata

Anna ROTUNDO , Valentina SETTINO, Domenico LAGANÀ

Division of Radiology, Department of Clinical and Experimental Medicine, Mater Domini University Hospital, Catanzaro, Italy


PDF


Il mieloma multiplo è un disordine proliferativo che interessa le plasmacellule. Generalmente colpisce soggetti con età media di 60 anni e si manifesta con localizzazioni a livello del comparto osteomidollare, con possibile coinvolgimento dei tessuti molli limitrofi. Rare sono le manifestazioni di mieloma multiplo con localizzazioni extramidollari. In questo caso, possono essere interessati diversi organi e apparati: il distretto testa-collo, il sistema gastrointestinale, lo spazio pararenale, retroperitoneale, l’apparato genito-urinario e i tessuti molli sottocutanei, con varia frequenza. Di seguito riportiamo il caso clinico di un paziente maschio di 47 anni, con anamnesi patologica remota muta, che giunge alla nostra osservazione per iperpiressia. Dall’esame radiologico del torace emerge un’area di addensamento in sede basale a destra e un aspetto rarefatto di alcuni metameri vertebrali ed elementi costali, per cui si procede ad approfondimento diagnostico. All’esame TC si evidenzia un processo espansivo a carico del IX arco costale, su cui si esegue un esame bioptico, che pone il sospetto di plasmocitoma. Tale dato, unitamente agli esami di laboratorio e altri accertamenti, consente di porre diagnosi di mieloma multiplo. Dopo soli pochi mesi, si assiste alla comparsa di grossolane neoformazioni nodulari solide, a margini irregolari e caratterizzate da disomogenea impregnazione contrastografica, sparse in diversi distretti. Si tratta di localizzazioni extra-midollari di mieloma multiplo. Dalle indagini di controllo si apprezza, inoltre, una scarsa risposta al trattamento con un progressivo e repentino peggioramento del quadro clinico.


KEY WORDS: Mieloma multiplo; Midollo osseo; Tomografia computerizzata

inizio pagina