Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Marzo-Aprile;6(2) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Marzo-Aprile;6(2):170-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

PICTORIAL ESSAY   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Marzo-Aprile;6(2):170-6

DOI: 10.23736/S2283-8376.19.00200-6

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Dolicoectasie arteriose intracraniche: descrizione di 5 casi e proposta di un protocollo di studio sistemico con angio-TC

Cristian DE AMICIS, Mayla LETTERIELLO, Manlio ACQUAFRESCA, Mario MORONI, Silvia PRADELLA , Vittorio MIELE

Department of Diagnostic Imaging, Careggi University Hospital, Florence, Italy


PDF


La dolicoectasia delle arterie intracraniche (DEAIC) è caratterizzata dall’incremento del calibro o della lunghezza di una o più arterie intracraniche. L’alterazione istologica alla base di questa entità patologica è una rarefazione del tessuto elastico e una scomparsa della limitante elastica interna nella tonaca media dell’arteria dolicoectasica. Alcuni Autori hanno correlato le DEAIC con l’insorgenza di ectasie arteriose sistemiche. Da qui l’importanza di proporre uno studio Angio-TC del collo, torace, addome ed arti inferiori che consenta la valutazione dell’intero sistema arterioso con una dose radiante accettabile per il paziente.


KEY WORDS: Angiografia con tomografia computerizzata; Insufficienza vertebrobasilare; Malattia, gestione

inizio pagina