Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Marzo-Aprile;6(2) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Marzo-Aprile;6(2):148-54

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

CASE REPORT   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2019 Marzo-Aprile;6(2):148-54

DOI: 10.23736/S2283-8376.19.00180-3

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Assenza congenita unilaterale dell’arteria polmonare

Gianluca FICARRA 1, 2 , Aldo FISCHETTI 1, 2, Nicola ROMANO 1, 2, Valentina CLAUDIANI 2, Enrico F. MELANI 2, Gian Andrea ROLLANDI 2

1 Radiology Section, Department of Health Sciences DiSSal, IRCCS Policlinico San Martino, University of Genoa, Genoa, Italy; 2 Radiology Unit, E.O. Ospedali Galliera, Genoa, Italy


PDF


L’assenza unilaterale dell’arteria polmonare (AUAP) è una rara anomalia congenita che può presentarsi isolata o in associazione ad altre anomalie cardiovascolari (tetralogia di Fallot, difetto del setto interatriale e interventricolare, coartazione aortica, arco aortico destro-posto, tronco arterioso e atresia della valvola polmonare); l’assenza completa è causata dall’involuzione del sesto arco aortico prossimale, con mancata connessione con il tronco polmonare. L’AUAP nella sua forma isolata è rara e i pazienti che non presentano anomalie cardiache associate di solito crescono senza sviluppare sintomi significativi. Quando viene diagnosticata in età adulta, questa condizione è spesso rilevata casualmente durante radiografie del torace o tomografia computerizzata eseguite per altri motivi, e quindi la conoscenza di questa condizione è importante anche per il radiologo generalista. Sebbene vi siano diverse opzioni terapeutiche tra cui la chirurgia, l’embolizzazione endovascolare e la gestione conservativa, non esiste in realtà un ampio consenso sul trattamento ottimale; la scelta terapeutica deve essere adattata alle esigenze del paziente caso per caso, tenendo conto dei sintomi, della funzione polmonare e dell’anatomia del paziente. Riportiamo qui il caso di una donna di 32 anni affetta da questa condizione che si è rivolta al nostro pronto soccorso lamentando febbre, tosse e lieve dispnea. Vengono inoltre presentati una revisione dell’attuale letteratura e approfondimenti riguardanti la fisiopatologia, la presentazione clinica più comune, le diverse caratteristiche di imaging, le possibili complicanze e le attuali opzioni terapeutiche.


KEY WORDS: Cardioradiologia; Torace; Arteria polmonare

inizio pagina