Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Novembre-Dicembre;5(6) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Novembre-Dicembre;5(6):718-25

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ARTICOLO ORIGINALE   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Novembre-Dicembre;5(6):718-25

DOI: 10.23736/S2283-8376.18.00148-1

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La biopsia ecoguidata Elite con sistema TruVac e sonda da 13 G: risultati preliminari

Daniele LA FORGIA 1, Alfonso FAUSTO 2, Pietro MONNO 1, Rosalba DENTAMARO 1, Gianluca GATTA 3, Ondina POPESCU 1, Francesco CAMPOBASSO 4, Liliana LOSURDO 1 , Annarita FANIZZI 1

1 I.R.C.C.S. Istituto Tumori Giovanni Paolo II, Bari, Italia; 2 Dipartimento di Diagnostica per Immagini, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena, Italia; 3 Dipartimento di Medicina di Precisione, Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Napoli, Italia; 4 Dipartimento di Economia e Finanza, Università degli Studi di Bari, Bari, Italia


PDF


OBIETTIVO: La tipizzazione di noduli mammari mediante prelievi con ago sottile è talora complicata, per varie ragioni da esiti inconclusivi. Queste problematiche dilatano i tempi diagnostici rendendo necessarie ulteriori biopsie con risultati spesso discordanti. Per questo, in molti centri si stanno utilizzando aghi di calibro maggiore sostituendo la citologia con la microistologia: i sistemi di biopsia vuoto-assistita (vacuum-assisted breast biopsy, VABB) evidenziano performance superiori, risultando, tuttavia, spesso meno maneggevoli e più costosi. Lo scopo di questo studio è di valutare le performance di sistema del prelievo microistologico con ago 13 G e tecnologia VABB senza cavi con una maneggiabilità vicina a quella di un ago tranciante.
METODI: Da gennaio 2016 a febbraio 2018, due operatori hanno eseguito complessivamente 86 prelievi microistologici con ago 13 G Elite su lesioni BIRADS 3, 4 e 5, delle quali 30 ripetute dopo precedenti prelievi cito-istologici inconclusivi. Sono state biopsiate lesioni tra 5 e 43 mm di cui 70 noduli, 12 aree di alterazione ecostrutturale non-mass like e tre cisti complex.
RISULTATI: Il sistema 13 G ha evidenziato 3,53% casi B1, 41,17% B2, 17,64% B3 e 37,64% B5. Nello stesso periodo i prelievi con ago tranciante 14-16 G con i medesimi operatori hanno evidenziato i seguenti risultati: 2,65% B1, 44,33% B2, 9% B3, 0,48% B4, 43,49% B5. Il prelievo da 13 G Elite ha permesso un cambio di classe istologica nell’83,33% delle procedure ripetute dopo prelievo non dirimente.
CONCLUSIONI: La procedura bioptica con sistema TruVac si è dimostrata affidabile e potrebbe essere utilizzata per ridurre i casi con esito cito-istologico non dirimente.


KEY WORDS: Breast neoplasms - Large-core needle biopsy - Fine-needle biopsy - Cytological techniques - Endoscopic ultrasound-guided fine needle aspiration

inizio pagina