Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Novembre-Dicembre;5(6) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Novembre-Dicembre;5(6):701-11

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

ARTICOLO ORIGINALE   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Novembre-Dicembre;5(6):701-11

DOI: 10.23736/S2283-8376.18.00124-9

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Anomalie congenite della vena cava inferiore e superiore: casistica ed esperienza di un singolo centro

Vito ALBEROTANZA 1, Giuseppe DI GIOVANNI 2 , Pasquale PEDOTE 1, Pasquale PIGNATARO 1, Arnaldo SCARDAPANE 1, Amato A. STABILE IANORA 1

1 Sezione di Radiodiagnostica, Dipartimento Interdisciplinare di Medicina, Azienda Ospedaliero-Universitaria “Policlinico”, Bari, Italia; 2 Diagnostica per Immagini e Radiologia Interventistica, IRCCS De Bellis, Castellana Grotte, Bari, Italia


PDF


OBIETTIVO: Lo scopo del lavoro è stato quello di descrivere le diverse anomalie congenite della vena cava superiore (VCS) e inferiore (VCI), orientarne la gestione clinica ed indicare in quali casi i pazienti necessitano il solo monitoraggio o una terapia chirurgica.
METODI: A partire da gennaio 2017, è stata effettuata una ricerca sul nostro sistema informatico di archiviazione utilizzando parole chiave come “anomalie vascolari venose”, “anomalie vena cava inferiore”, “interruzione vena cava”, “ectasia azygos” e sono stati richiamati gli esami TC e RM trovati nei risultati. Gli esami sono stati eseguiti in assenza di un protocollo dedicato allo studio delle anomalie vascolari venose. Tutti i dati sono stati analizzati in modo retrospettivo da due radiologi in consensus.Sono state utilizzate ricostruzioni MPR, MIP e MinIP.
RISULTATI: Nella nostra ricerca sono state identificate anomalie venose congenite in 32 pazienti: 6 inerenti la VCS (14%) e 26 inerenti la VCI (86%). In 1 caso abbiamo riscontrato un’interruzione del tratto epatico della VCI con una continuazione in azygos della VCI. In 1 caso, è stata osservata un’agenesia del tratto intraepatico della VCI con associato shunt porto-sistemico e continuazione in azygos della VCI. In 3 casi, una duplicazione della VCI. In 1 caso, un’agenesia completa della VCS con drenaggio venoso al cuore assicurato dalla sola VCI e dai sistemi azygos ed emiazygos.
CONCLUSIONI: Le anomalie della VCS ed VCI sono spesso riscontrate come reperti occasionali, in soggetti adulti o in bambini, nel corso di esami TC o RM effettuati per altre ragioni. La conoscenza di queste condizioni congenite può avere importanti implicazioni terapeutiche, consentendo di orientare il paziente verso il solo monitoraggio clinico-strumentale piuttosto che verso un trattamento chirurgico o interventistico. Il radiologo dovrebbe essere esperto nel riconoscimento di tali anomalie e, in tal senso, la conoscenza dello sviluppo embriologico delle strutture venose può essere d’aiuto.


KEY WORDS: Vena cava, inferior, abnormalities - Vena cava, superior, abnormalities - Dilatation, pathologic

inizio pagina