Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Maggio-Giugno;5(3) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Maggio-Giugno;5(3):354-60

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ARTICOLO ORIGINALE   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Maggio-Giugno;5(3):354-60

DOI: 10.23736/S2283-8376.18.00064-5

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Imaging in RM mammaria e fenotipo recettoriale del carcinoma mammario infiltrante nelle donne giovani

Michele LORENZON 1 , Agostino SERGIO 2, Anna LINDA 1, Adriana NITTI 1, Rossano GIROMETTI 1, Massimo BAZZOCCHI 3, Chiara ZUIANI 1

1 Istituto di Radiologia, Presidio Ospedaliero Santa Maria della Misericordia, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, Udine, Italia; 2 Struttura Complessa di Radiologia di San Vito, Spilimbergo e Maniago, Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 5 del Friuli Occidentale, Pordenone, Italia; 3 Studio Radiologico, Trieste, Italia


PDF


OBIETTIVO: Obiettivo del presente studio era quello di correlare le caratteristiche morfo-dinamiche in RM mammaria con i fenotipi recettoriali del carcinoma mammario infiltrante nelle donne giovani.
METODI: Sono state valutate retrospettivamente tutte le donne di età ≤40 anni in cui è stata fatta diagnosi di carcinoma mammario infiltrante nel periodo tra il 15 ottobre 2010 e il 31 dicembre 2015, che sono state sottoposte a RM mammaria 1,5 T presso il nostro centro. Le immagini sono state rivalutate da due radiologi in consensus con riguardo a modalità di presentazione (mass vs. non-mass) e, per quel che riguarda le lesioni mass, a morfologia, margini, dimensioni, pattern di enhancement (omogeneo, eterogeneo, rim), curva cinetica e percentuale di enhancement (criteri ACR BIRADS 2013). Tutti gli aspetti evidenziati mediante RM mammaria sono stati correlati al fenotipo recettoriale (luminal A, luminal B, HER2+, tripli negativi). Per la valutazione statistica sono stati utilizzati i test di Fisher e di Kruskal-Wallis, con significatività per P<0,05.
RISULTATI: Sono state identificate 53 donne con età media di 36 anni e 10 mesi, di cui 20 luminal A (38%), 16 luminal B (30%), 7 HER2+ (13%) e 10 tripli negativi (19%). Nelle lesioni mass (48/53), le dimensioni medie sono apparse maggiori in modo statisticamente significativo (P=0,0057) nei tripli negativi (38,7 mm) e negli HER2+ (41,2 mm), rispetto ai luminal A (22,2 mm) e ai luminal B (24,6 mm). La distribuzione del pattern di enhancement è risultata differente in modo statisticamente significativo (P=0,002) fra le diverse categorie, con enhancement di tipo rim riscontrato più frequentemente nei tripli negativi (56%) e negli HER2+ (33%) rispetto ai luminal A (11%) e ai luminal B (0%). Le altre caratteristiche morfo-dinamiche non sono risultate differenti in modo statisticamente significativo fra i diversi fenotipi recettoriali.
CONCLUSIONI: I dati in nostro possesso dimostrano una stretta correlazione fra i diversi fenotipi recettoriali dei carcinomi mammari infiltranti riscontrati nelle donne giovani e le caratteristiche RM, con evidenza di aspetti di maggiore aggressività all’imaging nelle categorie con maggiore aggressività biologica; tale dato risulta in linea con quanto riportato in letteratura.


KEY WORDS: Breast neoplasms - Phenotype - Women - Magnetic resonance imaging

inizio pagina