Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Maggio-Giugno;5(3) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Maggio-Giugno;5(3):316-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ARTICOLO ORIGINALE   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Maggio-Giugno;5(3):316-9

DOI: 10.23736/S2283-8376.18.00051-7

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Embolizzazione in urgenza di sanguinamenti gastrointestinali spontanei in pazienti portatori di assistenza ventricolare sinistra a flusso continuo

Matteo TODISCO 1 , Alessandro GASPARETTO 2, Caterina DENGO 3, Alberto PONZONI 4, Giulio BARBIERO 3, Michele BATTISTEL 3, Diego MIOTTO 3

1 UOC Radiologia, Ulss 6 Euganea - Ospedali Riuniti Padova Sud, Monselice (loc. Schiavonia), Padova, Italia; 2 Dipartimento di Radiologia, Università del Minnesota, Minneapolis, MN, USA; 3 UOC Istituto di Radiologia, Dipartimento di Medicina, Università degli Studi di Padova, Padova, Italia; 4 UOC Radiologia Ospedaliera, Azienda Ospedaliera Universitaria di Padova, Padova, Italia


PDF


OBIETTIVO: Validare l’efficacia dell’embolizzazione arteriosa nei sanguinanti del tratto gastrointestinale in pazienti portatori di assistenza ventricolare sinistra a flusso continuo (CF-LVAD) e in attesa di trapianto cardiaco (OHT).
METODI: Tre pazienti maschi di età compresa tra 43 e 68 anni, in terapia con antiaggreganti/coagulanti hanno presentato anemizzazione non trattabile dopo 54±50 giorni dall’impianto del CF-LVAD. L’indagine TC e la successiva angiografia hanno confermato la presenza di sanguinamenti arteriosi atraumatici attivi, alimentati dalle arterie gastroduodenale, pancreaticoduodenali e colica sinistra.
RISULTATI: Tutti i pazienti sono stati trattati con spirali e materiale embolizzante particolato con immediato miglioramento della stabilità emodinamica e delle condizioni cliniche. Un paziente è deceduto dopo 28 giorni per cause non correlabili alla procedura. Gli altri due sono tutt’ora in attesa di OHT.
CONCLUSIONI: Il trattamento endovascolare d’urgenza dei sanguinamenti intestinali mediante embolizzazione arteriosa si è dimostrato efficace procedura salvavita e valida alternativa a procedure più invasive. Ulteriori studi con un maggior numero di pazienti sono necessari per validare la tecnica.


KEY WORDS: Emergencies - Heart transplantation - Gastrointestinal hemorrhage - Angiography - Embolization, therapeutic

inizio pagina