Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Marzo-Aprile;5(2) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Marzo-Aprile;5(2):267-72

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

CASO CLINICO   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Marzo-Aprile;5(2):267-72

DOI: 10.23736/S2283-8376.18.00040-2

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Duplicazione cistica del colon nell’adulto: raro caso in una donna di 31 anni

Diletta COZZI 1, Giovanni B. VERRONE 1, Gloria ADDEO 1, Ginevra DANTI 1, Monica M. LANZETTA 1, Lapo BENCINI 2, Giuseppe D’AMICO 1, Vittorio MIELE 1

1 Struttura Operativa Dipartimentale di Radiodiagnostica di Emergenza-Urgenza, Dipartimento dei Servizi, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze, Italia; 2 Struttura Operativa Dipartimentale di Chirurgia Oncologica ad Indirizzo Robotico, Dipartimento di Oncologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze, Italia


PDF


Le duplicazioni dell’apparato gastrointestinale (cistiche o tubulari) sono rare malformazioni congenite del bambino e dell’adulto che, a seconda della localizzazione a livello del tubo digerente, possono manifestarsi con varia sintomatologia clinica. La diagnosi non è semplice perché spesso esse si complicano in volvoli, sanguinamenti, ostruzioni intestinali ed entrano in diagnosi differenziale con molte condizioni patologiche. La diagnostica per immagini svolge un ruolo fondamentale nell’iter diagnostico in primis con l’esame ecografico, seguito poi dalla tomografia computerizzata o, eventualmente, dalla risonanza magnetica (in particolare nei bambini e donne in età fertile). Descriviamo un raro caso in una giovane donna di 31 anni con duplicazione cistica a livello del colon ascendente, in prossimità della valvola ileocecale. La conoscenza della fisiopatologia, delle manifestazioni cliniche e degli elementi distintivi di queste malformazioni congenite consentono una diagnosi accurata e permettono di indirizzare il paziente verso una chirurgia d’elezione, per evitare l’insorgenza di complicazioni anche gravi, come la degenerazione neoplastica.


KEY WORDS: Digestive system abnormalities - Cysts - Congenital abnormalities - Magnetic resonance imaging - Ultrasonography

inizio pagina