Home > Riviste > Journal of Radiological Review > Fascicoli precedenti > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Gennaio-Febbraio;5(1) > Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Gennaio-Febbraio;5(1):10-4

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ARTICOLO ORIGINALE   

Il Giornale Italiano di Radiologia Medica 2018 Gennaio-Febbraio;5(1):10-4

DOI: 10.23736/S2283-8376.17.00001-8

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Seeding neoplastico dopo agoaspirato percutaneo ecoguidato di lesioni solide pancreatiche: analisi retrospettiva di 124 casi

Riccardo DE ROBERTIS 1, 2 , Nicolò CARDOBI 1, Emilio BARBI 1, Mirko D'ONOFRIO 3

1 Dipartimento di Diagnostica per Immagini, Casa di Cura Pederzoli, Peschiera del Garda, Verona, Italia; 2 Dipartimento di Medicina, Università degli Studi di Verona, Verona, Italia; 3 Istituto di Radiologia, Ospedale G.B. Rossi, Università degli Studi di Verona, Verona, Italia


PDF


OBIETTIVO: Una delle possibili, sebbene rare, complicanze a lungo termine dell’agoaspirazione dell’adenocarcinoma duttale del pancreas è l’insemenzamento di cellule neoplastiche lungo il tragitto dell’ago (seeding). Obiettivi di questo studio sono la stima della frequenza di tale complicanza dopo agoaspirazione percutanea ecoguidata e la valutazione del suo impatto clinico.
METODI: Sono stati retrospettivamente valutati gli esami TC o RM basali e di follow-up di 124 pazienti con adenocarcinoma duttale del pancreas sottoposto ad agoaspirazione percutanea ecoguidata. Due radiologi hanno indipendentemente valutato la presenza di immagini radiologiche suggestive per seeding neoplastico, quali la comparsa di noduli peritoneali o sottocutanei lungo il presunto tragitto percutaneo dell’ago o lo sviluppo di ascite senza progressione di malattia locale o a distanza. La durata mediana del follow-up dopo agoaspirazione è stata di 197 giorni.
RISULTATI: La maggior parte dei pazienti (82,3%) non ha sviluppato segni radiologici suggestivi di seeding neoplastico. In 1/124 casi (0,8%) sono state riscontrate nodulazioni peritoneali lungo il tragitto percutaneo. In 7/124 pazienti (5,6%) è insorta ascite senza concomitante progressione locale o epatica di malattia, con una mediana di insorgenza di 210 giorni dopo la procedura agoaspirativa.
CONCLUSIONI: I presenti dati suggeriscono pertanto che il seeding neoplastico è infrequente dopo agoaspirazione percutanea dell’adenocarcinoma duttale e non ha impatto sulla progressione di malattia in pazienti con adenocarcinoma pancreatico non resecabile chirurgicamente.


KEY WORDS: Pancreas - Endoscopic ultrasound-guided fine needle aspiration - Cytological techniques - Carcinoma, ductal

inizio pagina