Home > Riviste > Minerva Urology and Nephrology > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 December;62(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 December;62(4):411-23

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

REVIEW   

Minerva Urologica e Nefrologica 2010 December;62(4):411-23

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Inibizione di mTOR nel carcinoma metastatico del rene. Focus sul temsirolimus: revisione della letteratura

Gerullis H. 1, 2, 3, Ecke T. H. 4, Eimer C. 13, Heuck C. J. 5, Otto T. 1, 3

1 Department of Urology, Lukas Hospital, Neuss, Germany; 2 West German Cancer Center (WTZ), University of Essen, Essen, Germany; 3 German Centre for Assessment and Evaluation of Innovative Techniques in Medicine (DZITM); 4 Department of Urology, HELIOS Hospital, Bad Saarow, Germany; 5 Montefiore Medical Center, Department of Medical Oncology, The Albert Einstein Cancer Center, New York, NY, USA


PDF


Il potente inibitore del target della rapamicina nei mammiferi, il temsirolimus, agisce determinando il blocco del ciclo cellulare, dell’angiogenesi e della proliferazione cellulare e si è dimostrato efficace nel trattamento del carcinoma a cellule renali avanzato (renal cell carcinoma, RCC). Il temsirolimus è ufficialmente approvato per la terapia di prima linea in pazienti affetti dam RCC ad elevato rischio precedentemente non trattato. Questa revisione riassume l’attuale ruolo clinico del temsirolimus nel trattamento del carcinoma a cellule renali avanzato con riferimento alle caratteristiche farmacologiche, di tossicità e tollerabilità. Inoltre, viene discussa la qualità di vita come importante parametro di outcome nel trattamento palliativo dei pazienti affetti da mRCC e si fornisce una visione degli attuali sviluppi clinici relativamente a possibili future strategie di combinazione/sequenza con il temsirolimus.

inizio pagina