Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 March;64(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 March;64(1):63-72

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

  NEFROLOGIA 2012 

Minerva Urologica e Nefrologica 2012 March;64(1):63-72

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Patogenesi e gestione dell’ipertensione renovascolare e della nefropatia ischemica

Yerram P. 1, Karuparthi P. R. 2, Chaudhary K. 1, 3

1 Division of Nephrology, Department of Internal Medicine, University of Missouri, Columbia, MO, USA; 2 Division of Cardiology, Department of Internal Medicine, University of Missouri, Columbia, MO, USA; 3 Harry S. Truman Veteran’s Hospital, Columbia, MO, USA


PDF


La patologia renovascolare è un’importante causa d’ipertensione secondaria e insufficienza renale. La stenosi aterosclerotica dell’arteria renale (ARAS) è la più importante causa di stenosi dell’arteria renale ed è stata collegata a un rischio cardiovascolare maggiore. La patogenesi dell’ipertensione renovascolare è complessa ma è principalmente dovuta a un’iperattivazione del sistema renina-angiotensina-aldosterone. Un’importante conseguenza della RAS non curata è la nefropatia ischemica, la quale è dovuta alla prolungata riduzione nella perfusione renale che conduce allo squilibrio della funzione microvascolare e al possibile sviluppo della fibrosi interstiziale. La diagnosi di tali condizioni può essere complessa e a volte necessita di esami invasivi. Una gestione medica aggressiva è essenziale per prevenire la progressione della patologia, poiché il ruolo della rivascolarizzazione nella gestione dell’ARAS non è ancora ben definito.

inizio pagina