Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2008 September;60(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2008 September;60(3):141-5

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Urologica e Nefrologica 2008 September;60(3):141-5

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

IL-6, TNFα, IL-10 nel plasma seminale di pazienti infertili con flogosi batterica delle ghiandole sessuali accessorie dopo terapia sequenziale

La Vignera S., Calogero A. E., Castiglione R., D’Agata R., Giammusso B., Condorelli R., Vicari E.

Endocrinology Section, Andrology and Internal Medicine Biomedical Science Department Garibaldi Hospital (Centre) University of Catania, Catania, Italy


PDF


Obiettivo. In precedenti studi gli autori hanno dimostrato un peggiore quadro spermatico associato a presenza di un’eccessiva produzione di radicali liberi di ossigeno nei pazienti infertili con flogosi a carico delle ghiandole sessuali accessorie maschili estesa a più compartimenti ghiandolari (prostato-vesciculiti) comparando il dato a quanto osservato nei casi di sola prostatite (categoria II, secondi il National Institutes of Health [NIH]). Le ragioni di una inadeguata risposta post-terapeutica sono probabilmente da ricercare nella durata di ciascuna fase della terapia stessa, tuttavia condivisa dalla letteratura, gestita in maniera empirica ed il monitoraggio di end-point solo tradizionali, risultando sottostimata per vari motivi (costi, mancata standardizzazione di metodiche, scelta delle citochine da monitorare) la valutazione di altri parametri (citochine, ROS).
Metodi. Nell’ottica di valutare come ottimizzare la risposta terapeutica di pazienti infertili affetti da quadri di prostatite o prostato-vesciculite cronica di tipo abatterica, gli autori hanno osservato le concentrazioni nel plasma seminale di alcune citochine con azione pro-ossidante (TNF-alfa e IL 6) (met. sandwich ELISA high sensitivity <0,039 pg/ml, R&D System Europe Ltd, UK) e di IL-10 scelta come modello di citochina ad azione anti-ossidante; dopo terapia medica sequenziale (chemioterapica – antinfiammatoria di tipo non steroideo – antiossidante).
Risultati e conclusioni. Le modifiche a carico delle concentrazioni nel plasma seminale di TNF-alfa e IL 6 re IL-10 riportate nel presente studio, sebbene non possano riflettere considerazioni definitive, fanno emergere alcuni spunti di approfondimento importanti al fine di possibili implicazioni clinico-diagmostiche: 1) possibilità di rivedere la sequenza e/o la durata di ciascuna fase di terapia medica in corso di prostato-vesciculite; 2) quale ruolo assegnare ad IL-10 (scelta quale citochina ad azione anti-infiammatoria).

inizio pagina