Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 December;50(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 December;50(4):253-5

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Minerva Urologica e Nefrologica 1998 December;50(4):253-5

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Cistite eosinofila: reperto occasionale. Una realtà clinica sottostimata?

Sebastio N. 1, Monica B. 1, Barbieri A. 1, Incarbone G. P. 1, Giordano G. 2

1 Azienda Ospedaliera - Parma, Divisione di Urologia; 2 Azienda Ospedaliera - Parma, Istituto di Anatomia Patologica


PDF


Vengono riportati due casi di cistite eosinofila di diagnosi occasionale. Entrambi presentavano anamnesi positiva per patologia vescicale e prostatica. La diagnosi di questa condizione non è mai né clinica, né endoscopica: la biopsia rappresenta l’unico elemento per porre diagnosi di certezza. Sebbene sia sempre stata descritta come patologia rara, gli Autori ritengono che la reale incidenza della cistite eosinofila sia sottostimata e ne riportato i principali aspetti patogenetici e terapeutici.

inizio pagina