Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2016 June;65(3) > Minerva Stomatologica 2016 June;65(3):176-84

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Per citare questo articolo

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Minerva Stomatologica 2016 June;65(3):176-84

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Progettazione e realizzazione di una tecnica minimamente invasiva computer-guidata per l’ancoraggio ortodontico dei canini inclusi

Matteo BERTELÈ 1, Paola P. MINNITI 1, Domenico DALESSANDRI 2, Stefano BONETTI 2, Luca VISCONTI 2, Corrado PAGANELLI 2

1 Private practice, Romano di Lombardia, Bergamo, Italy; 2 Department of Orthodontics, School of Dentistry, University of Brescia, Brescia, Italy


PDF  


OBIETTIVO: Scopo della presente ricerca è stato quello di sviluppare un protocollo computer guidato minimamente invasivo per il posizionamento della vite intracoronale di ancoraggio durante la trazione ortodontica di un canino incluso.
METODI: Il software 3Diagnosys® è stato utilizzato per valutare la posizione del canino incluso e pianificare l’intervento chirurgico tenendo in considerazione lo spessore dei tessuti duri e molli, il tragitto del movimento ortodontico e la presenza di eventuali ostacoli. Il software Geomagic® è stato utilizzato per il reverse engineering e il software RhinocerosTM come modellatore tridimensionale per preparare le guide chirurgiche individualizzate. Un mucotomo circolare è stato utilizzato per l’accesso chirurgico senza sollevamento di un lembo, mentre il tunnel osseo di accesso è stato realizzato con una fresa carotatrice fornita di stop pre-programmato. Una fresa diamanta montata sul manipolo SONICflex® 2003/L è stata adoperata per preparare un foro calibrato profondo 2 mm nello smalto del canino, all’interno del quale è stata poi inserita una vite in titanio collegata ad una legatura ortodontica metallica. La posizione e la stabilità della vite sono state testate attraverso test di trazionamento e immagini radiologiche e al SEM.
RISULTATI: In due dei dieci test effettuati applicando una forza di trazionamento pari a 1 kg è stato riscontrato un fallimento della vite. Le immagini radiologiche e al SEM hanno dimostrato l’inserimento delle viti all’interno dello smalto senza intaccare la dentina.
CONCLUSIONI: Il protocollo minimamente invasivo computer-guidato proposto ha permesso un posizionamento preciso ed affidabile delle viti intracoronali utilizzate durante il trazionamento ortodontico dei canini inclusi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Bertelè M, Minniti PP, Dalessandri D, Bonetti S, Visconti L, Paganelli C. A computer-guided minimally-invasive technique for orthodontic forced eruption of impacted canines. Minerva Stomatol 2016 June;65(3):176-84. 

Corresponding author e-mail

dalessandridomenico@libero.it