Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2014 January-February;63(1-2) > Minerva Stomatologica 2014 January-February;63(1-2):43-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Minerva Stomatologica 2014 January-February;63(1-2):43-9

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Il trattamento della displasia fibrosa: caso clinico

Carini F. 1, 2, Saggese V. 1, 2, Porcaro G. 1, 2, Baldoni M. 1, 2

1 Ospedale San Gerardo, Monza, Italy; 2 Università degli Studi di Milano-Bicocca, Monza, Italy


PDF


Il concetto di lesioni fibro-ossee si è evoluto negli ultimi anni e attualmente include due entità maggiori: la displasia fibrosa (DF) ed il fibroma cement-ossificante (FCO). La displasia fibrosa è considerata una patologia ossea ad andamento evolutivo, similtumorale (amartomatosa) e ad eziologia sconosciuta. La maxilla viene colpita maggiormente quando la displasia fibrosa (DF) interessa i mascellari ed il seno mascellare viene generalmente incluso. La diagnosi differenziale tra DF e FCO è fondamentale per il tipo di approccio da adoperare ed il trattamento da affrontare. Questo articolo riporta il caso clinico di un soggetto femminile di 60 anni con storia di gonfiore emipalatale unilaterale non associato a dolore.

inizio pagina