Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2014 January-February;63(1-2) > Minerva Stomatologica 2014 January-February;63(1-2):1-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Stomatologica 2014 January-February;63(1-2):1-6

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Confronto della durezza di tre materiali di riempimento provvisori polimerizzati mediante due dispositivi fotopolimerizzanti

Bodrumlu E. 1, Koçak M. M. 2, Hazar Bodrumlu E. 3, Ozcan S. 4, Koçak S. 5

1 Department of Endodontics, Faculty of Dentistry University of Ondokuz Mayis, Samsun, Turkey; 2 Department of Endodontics, Faculty of Dentistry Bulent Ecevit University, Zonguldak, Turkey; 3 Pediatric Dentistry Department Faculty of Dentistry University of Ondokuz Mayis, Samsun, Turkey; 4 Department of Operative Dentistry Faculty of Dentistry, University of Gazi Ankara, Turkey; 5 Department of Endodontics, Faculty of Dentistry University of Karaelmas, Zonguldak, Turkey


PDF


Obiettivo. La capacità di polimerizzazione dei dispositivi luminosi può influenzare la durezza del materiale fotopolimerizzabile. Lo scopo del presente studio era valutare e confrontare la durezza di tre materiali di riempimento provvisori polimerizzati con un diodo ad emissione luminosa (LED) o un’unità alogena fotopolimerizzante.
Metodi. I materiali di riempimento provvisori, First Fill, Voco Clip e Bioplic, sono stati collocati in pozzetti in una piastra di Teflon. I 24 campioni di ciascun materiale sono stati divisi in due gruppi (N. = 12/gruppo) per fotoattivazione mediante una delle due unità fotoindurenti. Il dispositivo LED o alogeno è stato applicato per 40 secondi sulla superficie superiore di ciascun campione. Una prova di durezza Knoop è stata effettuata sulla superficie superiore e inferiore di ogni campione, con cinque misurazioni per campione.
Risultati. I valori di durezza più elevati sia per il gruppo LED sia per quello alogeno sono stati osservati per First Fill e i valori più bassi sono stati rilevati per Voco Clip nella superficie superiore e inferiore. Le durezze ottenute con i tre materiali con l’unità alogena erano significativamente più elevate dei valori ottenuti con l’unità LED in entrambe le superfici (P <0,05).
Conclusione. Il materiale provvisorio fotopolimerizzato con First Fill ha evidenziato valori di durezza più elevati sulle superfici superiore e inferiore rispetto ai materiali provvisori Voco Clip e Bioplic. La durezza dei materiali di riempimento provvisori fotopolimerizzati può essere influenzata dal tipo di unità di fotopolimerizzazione.

inizio pagina