Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2012 June;61(6) > Minerva Stomatologica 2012 June;61(6):262-71

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Stomatologica 2012 June;61(6):262-71

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Valutazione tramite modello foto-elastico dell’influenza della morfologia implantare e dei materiali protesici sui pattern di distribuzione degli stress

De Castro Ferreira E. 1, Corbella S. 2, Zanatta L. C. 1, Taschieri S. 2, Del Fabbro M. 2, Gehrke S. A. 3

1 University Paulista, Sao Paulo, Brazil; 2 University of Milan, Department of Health Technologies, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Milan, Italy; 3 Catholic University of Uruguay, Montevideo, Uruguay


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci


Obiettivo. Il carico occlusale deve essere considerato un fattore chiave che influenza il riassorbimento osseo a causa degli stress trasmessi ai tessuti circostanti dalla struttura costituita da abutment e impianto. Lo scopo di questo studio è stato di palutare, attraverso un modello foto-elastico, gli schemi di distribuzione delle tensioni di due diverse morfologie implantari, cilindrica e conica.
Metodi. Un carico di 100N è stato applicato a due strutture impianto-abutment (con o senza una corona in metallo-ceramica) immerse in un modello foto-elastico. I cambiamenti nella rifrazione della luce sono stati registrati e valutati attraverso un software computerizzato. Le misure dell’estensione delle bande e la loro posizione sono state valutate.
Risultati. La distibuzione degli stress attorno ad impianti conici è stata valutata essere più uniforme rispetto agli impianti cilindrici che mostrano un’elevata concentrazione dello stress nella regione più cervicale e più apicale. La presenza di una corona in metallo-ceramica ha comportato un aumento delle tensioni a livello dell’interfaccia tra resina e impianto.
Conclusione. Gli impianti conici hanno distribuito gli stress ad un volume di resina maggiore e ben definito e ciò può comportare una riduzione delle forze che agiscono a livello dell’interfaccia. Ciò può essere causato dall’”effetto cuneo” di questa morfologia implantare che può essere considerata migliore in termini di distribuzione degli stress rispetto alla forma cilindrica.

inizio pagina