Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2011 September;60(9) > Minerva Stomatologica 2011 September;60(9):479-84

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Minerva Stomatologica 2011 September;60(9):479-84

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Ameloblastoma periferico: caso clinico

Clauser L. C., Denes S. A., Consorti G.

Unit of Cranio Maxillo Facial Surgery, Center for Craniofacial Deformities and Orbital Surgery, St. Anna Hospital and University, Ferrara, Italy


PDF


L’ameloblastoma è un tumore benigno dell’epitelio odontogeno ma presenta una aggressività locale ed un alto tasso di recidiva se non adeguatamente rimosso. Rappresenta l’1% di tutti i tumori del cavo orale nella popolazione ed in genere si manifesta nelle ossa dei mascellari. Sebbene piuttosto rari, tumori con una istopatologia simile sono stati descritti insorgere dai tessuti molli e sono stati denominati come ameloblastoma periferico o extraosseo.
Potenziali cellule di origine sono i residui odontogeni della lamina dentale, cellule pluripotenti nello strato basale dell’epitelio mucoso, cellule pluripotenti delle ghiandole salivari minori.
Sono stati descritti in letteratura 7 casi di ameloblastoma extraosseo insorti in una sede extragengivale, non in relazione con i germi dentari, dei quali 6 nella mucosa buccale e 1 nel pavimento orale. Viene descritto un caso di ameloblastoma extraosseo extragengivale che è insorto in regione geniena-sottozigomatica sinstra.

inizio pagina