Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 October;55(10) > Minerva Stomatologica 2006 October;55(10):551-66

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Stomatologica 2006 October;55(10):551-66

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Note tecniche sulle biopsie dei tessuti molli del cavo orale

Pipp R.

Oral Surgery Unit Department of Odontostomatological Sciences 1st Faculty of Medicine and Surgery La Sapienza University, Rome, Italy


PDF


La biopsia della mucosa orale è una semplice procedura chirurgica nella comune pratica odontoiatrica; per ottenere i migliori risultati dal suo impiego va tuttavia realizzata rispettando alcune specifiche regole concernenti le indicazioni, le tecniche, i siti di prelievo, le fasi chirurgiche e il trattamento del campione prelevato.
Scopo principale della biopsia, infatti, è la diagnosi istopatologica e perciò il campione dovrebbe essere idoneo per dimensioni ed espressività clinica e privo di artefatti. La disponibilità di strumenti appropriati, la corretta esecuzione di tutte le fasi chirurgiche e l’idoneo trattamento del frammento prima che lo stesso venga processato dal patologo sono tutti mezzi essenziali per evitare errate interpretazioni microscopiche.
La relazione tra il chirurgo o il dentista e il patologo è un ulteriore importante aspetto da considerare nel management del paziente sottoposto a biopsia.
Devono essere fornite al patologo informazioni cliniche esaurienti e, d’altro canto, deve essere comunicata al clinico una risposta microscopica chiara.
Nell’esecuzione di una biopsia escissionale, infine, devono essere osservati alcuni accorgimenti chirurgici per garantire i migliori risultati dal punto di vista estetico e funzionale.

inizio pagina