Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2005 January-February;54(1-2) > Minerva Stomatologica 2005 January-February;54(1-2):15-22

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Stomatologica 2005 January-February;54(1-2):15-22

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Effetti in vitro di differenti concentrazioni di PRP su linee cellulari primarie ossee e gengivali. Risultati preliminari

Graziani F., Cei S., Ducci F., Giuca M. R., Donos N., Gabriele M.


PDF


Obiettivo. Il plasma ricco di piastrine (PRP) è utilizzato in chirurgia orale per migliorare la guarigione ossea e, come è stato proposto, per accelerare la guarigione dei tessuti molli. Tuttavia non esiste ancora alcuna evidenza biologica circa la concentrazione piastrinica necessaria per determinare un'aumentata risposta biologica. Scopo di questo studio è valutare l'azione in vitro del PRP su cellule osteoblastiche e fibroblastiche e determinare la concentrazione ottimale del PRP.
Metodi. Il PRP è stato ottenuto da donatori volontari tramite aferesi. Gli osteoblasti sono cresciuti per 72 ore in terreno di coltura con aggiunta di una concentrazione piastrinica del 230%. I fibroblasti sono stati trattati con differenti concentrazioni piastriniche per 24 e 72 ore. Le concentrazioni piastriniche ottenute sono state del 230%, 350%, 460% e 700% rispetto la piastrinemia basale. La proliferazione cellulare è stata valutata con MTT test. I dati riguardanti la proliferazione cellulare sono stati analizzati con test ANOVA.
Risultati. La proliferazione osteoblastica a 72 ore indica un incremento della proliferazione cellulare nel gruppo trattato con PRP rispetto al gruppo trattato con solo plasma (P<0,001). La proliferazione fibroblastica a 24 ore aumenta quando è aggiunto PRP (P<0,05). Nessuna differenza significativa è stata invece riscontrata nel confronto tra le diverse concentrazioni di PRP. Al contrario a 72 ore il valore di MTT aumenta con concentrazioni piastriniche del 230% e 350%. La concentrazione del 700% ha un valore di MTT minore rispetto al gruppo di controllo (P<0,05).
Conclusioni. I nostri risultati indicano un effetto stimolante del PRP sulla proliferazione osteoblastica e fibroblastica quando questo viene preparato in concentrazioni comprese in un determinato range. Ulteriori studi sperimentali sono tuttavia necessari per confermare le nostre ipotesi.

inizio pagina