Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2004 January-February;53(1-2) > Minerva Stomatologica 2004 January-February;53(1-2):41-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Stomatologica 2004 January-February;53(1-2):41-8

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Influenza dell’occlusione sulle prestazioni sportive

Lai V., Deriu F., Chessa G.


PDF


Obiettivo. Scopo del presente studio è di verificare la relazione esistente tra occlusione dentale e prestazioni fisiche attraverso l'utilizzo della pedana Ergo-jump, e di evidenziarne eventuali connessioni.
Metodi. In questa ricerca sono stati selezionati presso la Clinica Odontoiatrica dell'Università di Sassari 30 pazienti con patologia cervico-facciale e 10 soggetti senza disfunzione dell'articolazione temporo-mandibolare. Per il primo gruppo è stata preparata una placca in resina per correggere la malocclusione, mentre per il gruppo di controllo è stato preparato un bite che la creava. I soggetti hanno eseguito degli esercizi con la pedana Ergo-jump, un dispositivo che valuta capacità fisiche e prestazioni atletiche. Ai pazienti è stato richiesto di effettuare 2 esercizi: «counter movement jump» e «mechanical power test» con placca e senza placca.
Risultati. I test del primo gruppo sono stati i seguenti: i tempi di volo con bite erano più lunghi di 0,01 secondi; l'elevazione media nella prova del «counter movement jump» non ha dato risultati statisticamente significativi; l'esecuzione del «mechanical power test» suggerisce un incremento della potenza meccanica media con placca. L'esecuzione degli stessi esercizi nell'altro gruppo mostrava tempi di volo maggiori senza placca; l'elevazione media non aveva significatività statistica; l'esecuzione del «mechanical power test» mostrava un decremento della potenza meccanica media con placca occlusale.
Conclusioni. Dall'analisi statistica analitica dei singoli risultati si è osservato che i pazienti non sempre traggono beneficio durante l'esercizio fisico utilizzando il bite. La ricerca evidenzia che la stessa patologia può determinare in individui diversi prestazioni fisiche differenti; infatti, non tutti i disturbi cranio-mandibolari hanno ripercussioni sull'atteggiamento posturale.

inizio pagina