Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2003 January-February;52(1-2) > Minerva Stomatologica 2003 January-February;52(1-2):41-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

  GIORNATE AQUILANE DI ODONTOSTOMATOLOGIA - L'Aquila, 3 maggio 2002 

Minerva Stomatologica 2003 January-February;52(1-2):41-6

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Lesioni cistiche e pseudocistiche del distretto oro-maxillo-facciale. Considerazioni cliniche e terapeutiche

Giudice M., Maggiore C.


PDF


Le cisti delle ossa mascellari sono lesioni comuni che possono presentare aspetti clinici e patologici molto variabili. Il trattamento chirurgico è condizionato dalle dimensioni della lesione, dall'interessamento di strutture anatomiche vascolo-nervose, dalla presenza di elementi dentali recuperabili e dalle condizioni generali del paziente. Le possibilità terapeutiche sono essenzialmente tre: l'intervento di Partsch I, l'intervento di Partsch II e un trattamento combinato che prevede l'esecuzione prima della Partsch I e poi della Partsch II.
Per esemplificare le caratteristiche cliniche e terapeutiche delle lesioni cistiche sono stati scelti due casi clinici, tra quelli giunti alla nostra osservazione, dalle peculiarità diametralmente opposte: una cisti follicolare in un soggetto di sesso maschile di 9 anni, ed una cisti da ritenzione a carico della lingua in una paziente di giovane età.
La prima, infatti è una tra le più frequenti neoformazioni cistiche ed ha uno sviluppo intraosseo; la seconda è invece più rara e si sviluppa a livello dei tessuti molli.
L'esame di due casi clinici tanto diversi tra loro, permette di formulare interessanti considerazioni valide per gran parte delle lesioni cistiche e delle pseudocisti.

inizio pagina