Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 1999 October;48(10) > Minerva Stomatologica 1999 October;48(10):463-76

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Stomatologica 1999 October;48(10):463-76

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Fosfati di calcio prodotti con metodi fisici per la terapia dell’ipersensibilità dentinale

Dolci G., Mongiorgi R., Prati C., Valdrè G.


PDF


Obiettivo. In questo lavoro sono state studiate le proprietà di fosfati di calcio di nuova formulazione prodotti con metodi fisici per la terapia della ipersensibilità dentinale.
Metodi. In particolare si è verificata l'efficacia di gel, soluzioni acquose e paste dentifricie contenenti tali fosfati di calcio dotati di alta attività di superficie, sulla permeabilità dentinale in vitro, misurata come conduttanza idraulica. I fosfati di calcio sono stati caratterizzati per le loro caratteristiche fisico-chimiche di reazione, mediante diffrattometria X a polveri XRD (analisi Rietveld) e spettroscopia vibrazionale di assorbimento all'infrarosso FTIR.
Sono state inoltre condotte osservazioni di microscopia elettronica a scansione SEM di superfici di smalto e dentina trattate con tali fosfati di calcio. Per tale scopo sono stati osservati vari substrati di smalto e dentina per studiare gli effetti delle soluzioni contenenti i fosfati di calcio, in particolare: dentina sana occlusale, dentina sana cervicale, dentina cariata occlusale, smalto buccale sano e smalto cariato buccale.
Risultati. I risultati hanno mostrato che questi materiali, totalmente biocompatibili per la loro natura chimico-fisica del tutto simile alla dentina e/o allo smalto, possono ridurre significativamente la sensibilità dentinale, proteggendo la dentina da attacco acido creando uno strato acido-resistente all'esterno e all'interno del tubulo dentinale.
Conclusioni. Tali fosfati sono pertanto un materiale promettente che può avere future applicazioni cliniche.

inizio pagina