Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 1999 May;48(5) > Minerva Stomatologica 1999 May;48(5):191-202

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Stomatologica 1999 May;48(5):191-202

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Microflora associata alla parodontite refrattaria al trattamento. Prevalenza ed antibiotico sensibilità

Barone A., Sbordone L., Ramaglia L., Ciaglia R. N.


PDF


Obiettivo. Lo scopo di questo studio è stato di analizzare la composizione della microflora subgengivale in alcuni pazienti con parodontite refrattaria al trattamento e di valutare la sensibilità dei batteri parodontopatogeni isolati verso alcuni antibiotici.
Metodi. Sono stati selezionati per il presente studio 11 soggetti con un'età media di 46,4 anni. Tutti i pazienti erano stati precedentemente trattati per malattia parodontale. Dopo ulteriore progressione della malattia tali pazienti sono stati inclusi nello studio.
Otto campioni di placca subgengivale per paziente sono stati analizzati con tecniche colturali.
Risultati. I «black pigmenting anaerobic bacilli» sono stati i microrganismi patogeni identificati più frequentemente. Il test di antibiotico sensibilità ha mostrato che un elevato numero di batteri associati alla parodontite refrattaria sono risultati essere resistenti all'eritromicina, metronidazolo, tetraciclina. Gli antibiotici più efficaci sono stati la ciprofloxacina, l'associazione amossicillina-metronidazolo e amossicillina-ac. clavulanico.
Conclusioni. L'analisi microbiologica ed il test di antibiotico sensibilità dovrebbero essere considerati come importante ausilio nel trattamento di pazienti affetti da parodontite refrattaria al trattamento convenzionale.

inizio pagina