Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 1999 January-February;48(1-2) > Minerva Stomatologica 1999 January-February;48(1-2):15-22

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Stomatologica 1999 January-February;48(1-2):15-22

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Traumi maxillofacciali in età pediatrica

Spota A., Taloni A., Lovaglio A., Martucci E.


PDF


In questo lavoro gli Autori prendono in esame le fratture del massiccio facciale in età infantile.
È stata presa in esame la diversa incidenza nei bambini rispetto agli adulti valutando i vari tipi di frattura presenti in rapporto alle varie fasce di età.
Vengono quindi analizzate le cause che determinano sia la frequenza che la differente localizzazione. Tali cause sono molteplici ma le più significative sono determinate dalle variazioni morfologiche dello scheletro del massiccio facciale durante l'accrescimento e da problematiche più strettamente fisico-statistiche. Il massiccio facciale del bambino presenta strutture ossee meno pneumatizzate e più elastiche per le cartilagini di accrescimento e la beanza delle suture. Sotto il profilo fisico-statistico il minor peso dell'estremo cefalico nel bambino ed il ridotto sviluppo del massiccio facciale rispetto al neurocranio rendono conto della minore incidenza delle fratture maxillofacciali in modo inversamente proporzionale all'età.
Si pone infine l'attenzione sulle difficoltà diagnostiche dei traumi fratturativi nell'infanzia, talora misconosciuti, soprattutto in relazione ai gravi esiti funzionali ed estetici che possono determinarsi.

inizio pagina