Home > Riviste > Minerva Respiratory Medicine > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2007 September;46(3) > Minerva Pneumologica 2007 September;46(3):223-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

  UN AGGIORNAMENTO SULLA SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE NOTTURNE 

Minerva Pneumologica 2007 September;46(3):223-8

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento con dispositivi orali per il russamento e l’apnea/ipoapnea ostruttiva notturna

Fleetham J. A.

The Lung Centre, Vancouver, BC, Canada


PDF


I dispositivi orali (oral appliance: OA) vengono comunemente impiegati per il trattamento del russamento e dell’apnea-ipoapnea ostruttiva notturna (obstructive sleep apnea-ipoapnea: OSAH). Gli OA aumentano le dimensioni delle vie aeree superiori o spostando in avanti la mandibola o la lingua. Gli OA per l’avanzamento della mandibola rappresentano il tipo di dispositivo più utilizzati. Essi necessitano della presenza di almeno 8 denti in ognuno degli archi mandibolari e mascellari e il grado di avanzamento della mandibola può essere calibrato. Sta aumentando l’evidenza che gli OA migliorano l’insonnia, la pressione arteriosa e gli indici dei disturbi respiratori del sonno. Tuttavia, la pressione positiva continua delle vie aeree (continuous positive airway pressare: CPAP) si è dimostrata essere più efficace rispetto agli OA nel migliorare l’insonnia, lo stato di salute e gli indici dei disturbi respiratori notturni e rimane il trattamento principale per l’OSAH. Le linee guida attuali raccomandano gli OA in pazienti selezionati con OSAH lieve-moderata. Inoltre, gli OA rappresentano il miglior trattamento alternativo per i pazienti con OSAH che non accettano o non sono in grado di effettuare la terapia CPAP. La terapia OA può anche essere indicata quale adiuvante alla CPAP quanto il paziente non dorma a casa o non ha a disposizione una presa elettrica. La terapia OA dovrebbe essere supervisionata sia da medici che da odontoiatri esperti nella gestione dei disturbi respiratori del sonno. I pazienti non dovrebbero avere patologie dentarie importanti e tutti i denti dovrebbero essere stati curati prima dell’inizio della terapia OA. Per verificare l’efficacia della terapia OA è necessario un monitoraggio durante il follow-up. I pazienti trattati con OA devono sottoporsi a un follow-up odontoiatrico a lungo termine.

inizio pagina