Home > Riviste > Minerva Psychiatry > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2) > Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2):129-35

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

  CONTROVERSIE IN PSICHIATRIA NEL 2013 

Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2):129-35

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Problemi psichiatrici nei detenuti: screening, diagnosi, trattamento e prevenzione

Opitz-Welke A., Konrad N.

Justizvollzugskrankenhaus Berlin Abteilung für Psychiatrie und Psychotherapie Berlin, Germany


PDF


La psichiatria carceraria fornisce assistenza psichiatrica a soggetti che spesso mostrano un‘elevata prevalenza di gravi disturbi mentali, abusi di sostanze e disturbi della personalità. Inoltre, un gran numero di tali soggetti non è mai venuto in contatto con uno psichiatra prima della detenzione. Obiettivo del presente articolo è stato quello di offrire un quadro delle particolari sfide del lavoro psichiatrico negli istituti di pena. Lo stato delle conoscenze nella psichiatria carceraria è stato descritto utilizzando l‘attuale letteratura e l‘esperienza clinica. Il suicidio è la causa principale di morte in carcere, mentre il comportamento autolesivo e i tentativi di suicidio sono diffusi. L‘assistenza psichiatrica negli istituti di pena dovrebbe fornire una qualità di assistenza pari a quella disponibile in ambito comunitario. Tuttavia, tale principio di „equivalenza“ è a volte difficile da applicare. Gli psichiatri che lavorano negli istituti di pena devono cercare di offrire un trattamento psichiatrico senza essere coinvolti nelle decisioni correttive. I detenuti mostrano un‘elevata prevalenza di disturbi mentali. Qualsiasi detenuto che soffra di un grave disturbo mentale deve ricevere un‘adeguata assistenza psichiatrica. I servizi terapeutici dovrebbero essere organizzati secondo le necessità dei detenuti affetti da gravi disturbi mentali. Ciò deve includere l‘assistenza psichiatrica sul posto e quella ambulatoriale.

inizio pagina