Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2012 December;53(4) > Minerva Psichiatrica 2012 December;53(4):343-56

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Psichiatrica 2012 December;53(4):343-56

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Gravidanza, post-partum e disturbi psichiatrici. Quali i rischi materni e gli outcome nella prole?

Di Giacomo E. 1, 2, Paggi E. 1, Mason E. 1, Clerici M. 1, 2

1 Dipartimento di Neuroscienze e Tecnologie Biomediche, Università degli Studi di Milano Bicocca, Milano, Italia; 2 DSM Azienda Ospedale San Gerardo, Monza, Monza-Brianza, Italia


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci


La gravidanza rappresenta un’esperienza peculiare di vita caratterizzata da profonde modificazioni fisiche, emotive ed ormonali. I cambiamenti fisiologici che si accompagnano alla gestazione e al parto possono rappresentare un fattore di riesacerbazione della patologia psichiatrica in donne già affette, oppure scatenare il primo episodio di malattia in persone predisposte. L’attenzione dei media ha posto in evidenza patologie quali depressione e psicosi post-partum, in particolare per eventi avversi e particolarmente gravi quali il neonaticidio o l’omicidio-suicidio di madre e figlio. Tutte le patologie psichiatriche possono essere esacerbate dallo stato gravidico, in particolare le patologie dell’umore e d’ansia. Il peculiare rapporto materno-fetale è sempre più oggetto di studio nell’attualità. È ormai noto come la trasmissione genetica influenzi le caratteristiche del nascituro, ma non può essere trascurato neppure l’effetto dei fattori ambientali. Intesi sia come biologici che relazionali, essi giocano un ruolo importantissimo nell’interazione con la componente genetica. La presente trattazione si dedicherà alla valutazione dello stato dell’arte in merito agli studi sulla relazione tra gravidanza e differenti patologie psichiatriche con particolare attenzione ai possibili meccanismi biologici alla base di tali alterazioni che si qualificano, spesso, come causa prioritaria delle riacutizzazioni patologiche. Inoltre, prestando particolare attenzione agli effetti delle patologie sofferte dalla madre in gravidanza, specie se di natura psichiatrica, alle conseguenze dell’abuso di alcool e sostanze illecite senza dimenticare i possibili effetti collaterali dei farmaci assunti per trattare la patologia psichiatrica stessa, si cercherà di offrire una panoramica rispetto agli outcome fetali in relazione alle patologie in oggetto.

inizio pagina