Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2010 February;62(1) > Minerva Pediatrica 2010 February;62(1):51-5

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Pediatrica 2010 February;62(1):51-5

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Scarso miglioramento nella modalità di somministrazione di farmaci b2 nei reparti di pediatria: sorveglianza in Piemonte e Valle d’Aosta

Guala A. 1, Bertone A. 2, Barbaglia M. 1, Orioli L. 1, Boscardini L. 1, Rallo M. 1, Bignamini E. 3

1 Pediatric Department, Castelli Hospital, Verbania, Italy; 2 Pediatric Department, SS Pietro e Paolo Hospital Borgosesia, Vercelli, Italy; 3 Pneumology Unit, Regina Margherita Pediatric Hospital, Turin, Italy


PDF


Obiettivo. Negli ultimi anni molte consensus conferences di società scientifiche hanno ribadito i vantaggi nell’uso della terapia somministrata con spray e distanziatore rispetto alla terapia aerosolica classica, tanto nella terapia dell’attacco acuto di asma che per il trattamento di fondo. A fronte di una documentazione più che convincente, la classe medica ha mostrato atteggiamento controverso nei confronti di questo tipo di somministrazione: ad una generale accettazione della sua superiorità si accompagna una inspiegabile scarsa aderenza nella pratica clinica.
Metodi. Nel 2006 gli autori hanno condotto una indagine conoscitiva che ha coinvolto i reparti ospedalieri pediatrici del Piemonte e della Valle d’Aosta per valutare l’utilizzo dei distanziatori nel trattamento dell’asma acuta dei bambini ricoverati. I risultati di questa indagine sono stati confrontati con i risultati di una successiva indagine condotta nel 2008 attraverso un identico questionario presso le stesse strutture.
Risultati. Nei due anni di sorveglianza non c’è stato un aumento dell’uso degli spray e distanziatore ma addirittura si è notato un decremento.
Conclusioni. Nonostante vi siano chiare evidenze della superiorità dell’uso degli spray e distanziatori rispetto all’aerosol, nella nostra realtà vi è stato un decremento temporale del loro uso. Un intervento promozionale multidisciplinare potrebbe giocare un ruolo importante nella implementazione di tale pratica.

inizio pagina