Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 December;63(6) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 December;63(6):447-53

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 December;63(6):447-53

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Protesi totali di ginocchio a piatto fisso, cementate, con stabilizzazione posteriore: follow-up a lungo termine di 135 impianti

Dolfin M. 1, Ravera L. 2, Deledda D. 2, Giordano A. 2, Drocco L. 3, Lagalla F. 3, Crova M. 3

1 Department of Orthopedics and Traumatology, S. Giovanni Bosco Hospital, Turin, Italy; 2 University of Turin, Turin, Italy; 3 Department of Orthopedics and Traumatology, 2nd Orthopedic Clinic, M. Adelaide Thraumatic Center, Turin, Italy


PDF


Obiettivo. Le protesi totali di ginocchio (PTG) sono il trattamento di elezione nella cura del ginocchio artrosico, con risultati eccellenti alle valutazioni a breve e lungo termine. Dubbi rimangono riguardo il metodo di fissazione, l’uso del piatto tibiale mobile, il sacrificio del legamento crociato posteriore (LCP) e la protesizzazione della rotula. Questo studio prospettico analizza una serie di 135 PTG a piatto fisso, cementate in 117 pazienti, con stabilizzazione posteriore e protesizzazione selettiva della rotula in pazienti non selezionati, impiantate tra il 1998 e il 2000.
Metodi. L’Hospital for Special Surgery Scoring System (HSS) è stato utilizzato per la valutazione clinica e lo Roentgenographic Evaluation Score per lo studio radiografico.
Risultati. La sopravvivenza degli impianti è diminuita dopo il primo anno, ma ad oltre 10 anni di follow-up era ancora del 96,8%. Tutte le voci dello score HSS sono migliorate. Lo score totale è aumentato da 54,2±7,42 SD a 84,83±6,91 SD, lo score del dolore da 6,26 (moderato) a 12,03 (assente o lieve). Gli studi radiografici hanno mostrato mobilizzazioni degli impianti in tre casi.
Conclusioni. I risultati con questo tipo di impianto sono buoni, e ciò supporta l’uso del cemento e il sacrificio del LCP e l’uso del piatto tibiale fisso. Non sono state trovate differenze nel protesizzare la rotula o meno. Gli inserti tibiali in polietilene non si sono usurati o rotti dopo 12 anni.

inizio pagina