Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 October;63(5) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 October;63(5):337-44

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

  NUOVE TECNOLOGIE NEL TRATTAMENTO DEI DISORDINI DELL’ANCA E DEL GINOCCHIO 

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 October;63(5):337-44

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Gestione della rottura del legamento crociato anteriore: dilemmi attuali e opzioni future

Kohl S., Kleer B., Zumstein M., Schär M., Eggli S., Evangelopoulos D. S.

Department of Orthopedic Surgery, University of Bern, Inselspital, Bern, Switzerland


PDF


La lesione del legamento crociato anteriore è un problema sempre più diffuso che interessa soprattutto individui giovani che conducono una vita attiva. La gestione delle lesioni del legamento crociato anteriore (LCA) cerca quindi di ripristinare la condizione di stabilità e attività precedente alla lesione e di prevenire conseguenze debilitanti a lungo termine, come l’insorgenza precoce dell’osteoartrosi, che può avere un grave impatto sulla qualità della vita. Attualmente, le opzioni di gestione sono incentrate sulla scelta tra approcci conservativi e approcci chirurgici. Tuttavia, vi è un ampio dibattito in merito alla strategia ottimale da seguire nella gestione della rottura del LCA. Nella presente review discutiamo di tali problemi e dei limiti degli approcci attualmente disponibili, oltre che delle nuove tecniche che mirano a sfruttare il potenziale di guarigione e riparazione che è recentemente stato scoperto all’interno dell’LCA.

inizio pagina