Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 December;62(6) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 December;62(6):471-7

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 December;62(6):471-7

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Update nella diagnosi delle lesioni posterolaterali del ginocchio

Camarda L. 1, Caradonna G. 1, Grassedonio E. 2, D’arienzo A. 2, D’arienzo M. 1

1 Clinica Ortopedica e Traumatologica, Università degli Studi di Palermo, Palermo, Italia: 2 Dipartimento di Radiologia, Università degli Studi di Palermo, Palermo, Italia


PDF


Nell’ultimo decennio sono stati fatti grossi passi in avanti nella chirurgia ricostruttiva legamentosa del ginocchio. La ricerca dei fattori che possono condurre al fallimento della ricostruzione del legamento crociato anteriore (LCA) ha aperto la strada allo studio di diverse strutture anatomiche come quelle posterolaterali, rimaste nella penombra per troppo tempo. Nonostante l’estrema variabilità delle strutture anatomiche posterolaterali, studi di dissezione anatomica hanno permesso di osservare come il legamento collaterale laterale (LCL), il popliteo ed il legamento popliteo-fibulare (LPF) risultino essere quasi costantemente presenti. Sono state inoltre chiarite le specifiche funzioni delle singole strutture, enfatizzando l’importanza del riconoscimento e del trattamento delle lesioni posterolaterali. Sebbene siano state descritte diverse tecniche chirurgiche per trattare le lesioni del PLC, ad oggi esistono ancora dubbi riguardo la loro diagnosi. In questa rivisitazione della letteratura, gli autori si propongono di discutere le recenti metodiche di diagnosi dell’instabilità posterolaterale di ginocchio.

inizio pagina