Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 October;62(5) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 October;62(5):337-40

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 October;62(5):337-40

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ricostruzione del legamento crociato anteriore attraverso graft tendineo con fissazione femorale un bottone in sospensione

Pascale W. 1, Pascale V. 2, Lavazza M. 1

1 Arthroscopic and Knee Surgery II, IRCCS Galeazzi, Milan, Italy; 2 Orthopedic Clinical Orthopedics, IRCCS Galeazzi, Milan, Italy


PDF


Obiettivo. Scopo dello studio era di valutare l’efficacia della ricostruzione artroscopia del legamento crociato anteriore (anterior cruciate ligament, ACL) con l’utilizzo di tendini semitendinosi stabilizzati con una vite a interferenza tibiale e una fissazione femorale tramite un bottone in sospensione.
Metodi. Questo studio prospettico non randomizzato ha coinvolto 689 pazienti sottoposti a ricostruzione artroscopia dell’ACL dal marzo 2007 all’aprile 2009. Il follow-up prevedeva un controllo ogni tre, sei mesi e poi a un anno e a due anni. Per ogni paziente si sono prese in considerazione le misurazioni artrometriche derivate dai seguenti indici: la Lysholm Knee Scale, l’International Knee Documentation Committee (IKDC) rating e il KT-1000. Infine, il ginocchio operato è stato confrontato con quello non operato.
Risultati. Le medie dei risultati a 24 mesi erano: Lysholm Knee Score 93 punti (range 90-97); IKDC 91 punti (range 90-96). Le misurazioni artrometriche a 134 N hanno mostrato una traslazione anteriore di 1,9 mm (range 0-4 mm), in confronto al ginocchio non operato.
Conclusioni. I risultati mettono in evidenza outcome eccellenti nei pazienti sottoposti a intervento dell’ACL con graft tendineo. Il metodo di fissazione prossimale può essere considerato una valida alternativa all’artroscopia tradizionale dell’ACL.

inizio pagina