Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 June;58(3) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 June;58(3):239-44

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 June;58(3):239-44

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Risultati della tecnica EDF nella terapia della scoliosi idiopatica dell’adolescente

Maiello A., Girardo M., Trucchi F., Collo G., Castoldi F., Rossi R.

Divisione Universitaria di Ortopedia e Traumatologia Ospedale Mauriziano, Torino


PDF


Obiettivo. Lo scopo di questo studio retrospettivo è valutare i risultati della tecnica “elongation-derotation-flexion” (EDF) nella terapia della scoliosi idiopatica dell’adolescente.
Metodi. Su 150 trattamenti effettuati in totale fra il 1991 eil 2005, è stata selezionata una coorte di 98 pazienti, che rispondevano ai seguenti criteri di inclusione: diagnosi di scoliosi idiopatica dell’adolescente; angolo di Cobb compreso tra i 30° e i 50°; indice di Risser all’inizio del trattamento compreso tra 0 e 3; utilizzo di busto gessato come primo trattamento. Sono state escluse le curve toraciche alte e le cifosi toraciche minori di 20°. La popolazione risultava così composta: 88 pazienti di sesso femminile e 10 di sesso maschile di età compresa tra 10 e 17 anni (età media 13,4 anni DS 1,56); il 70,4% dei pazienti aveva un Risser minore o uguale a 2; le curve singole toraciche erano 20, le curve toraco-lombari 19, le curve lombari 15; le curve doppie maggiori erano 44 in totale. L’angolo di Cobb medio era 37,4° (valore minimo 30°, valore massimo 50°). Il risultato del trattamento è stato valutato calcolando la percentuale di riduzione dell’angolo misurato nell’ultimo gesso, rispetto al valore iniziale. È stata effettuata un’analisi statistica bivariabile con il t-test di Student e analisi della varianza, considerando una significatività statistica con P<0,05.
Risultati. La percentuale di correzione media della curva era del 42,5% (DS 20,9; valore minimo 10%; valore massimo 100%), corrispondente a una differenza media di 15,9°. Sono stati ottenuti risultati di correzione validi specialmente nelle curve lombari e toraco-lombari, con valori rispettivamente di 48,2% (DS 20) e 44,8% (DS 18,9), ma anche nelle curve toraciche singole (40,1% DS 20,3). Tutti i risultati sono statisticamente significativi. I valori di correzione che superano il 30% sono il 70,5% dei casi. Non sono state osservate differenze significative nei valori di correzione stratificando per sesso, età e valore di Risser.
Conclusioni. Considerando i risultati ottenuti, si può affermare che i busti gessati EDF sono una buona tecnica correttiva della scoliosi idiopatica dell’adolescente, solamente se seguiti da un trattamento in corsetto adeguato.

inizio pagina