Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2001 December;52(6) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2001 December;52(6):231-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2001 December;52(6):231-8

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Una proposta diagnostica nello studio dei tumori dei tessuti molli degli arti

Imazio P., Albertini U., Marone S., De Marchi A., Pozza S., Faletti C., Linari A., Pucci A., Forni G., Gino G., Comandone A., Brach Del Prever E. M.


PDF


Obiettivo. L'eco color Power Doppler è un esame che dà un'immagine vascolare non invasiva. Il mezzo di contrasto venoso (Levovist®) nel tumore della mammella e dei tessuti molli aumenta l'ecoriflettività e migliora la visualizzazione della vascolarizzazione. Scopo del lavoro è stato valutare l'efficacia del metodo nel differenziare la benignità o malignità dei tumori dei tessuti molli degli arti.
Metodi. Sono stati studiati 40 pazienti con tumefazioni delle parti molli degli arti: 27 lesioni benigne, 11 sarcomi, 2 fibromatosi aggressive extra-addominali. La quantificazione automatica del segnale ecoriflesso dopo l'iniezione del mezzo di contrasto è stata correlata con il quadro patologico ed i dati clinici.
Risultati. Sono stati identificati 4 patterns di curve wash-in e wash-out in correlazione con la diagnosi istologica: il tipo I con picchi regolari per frequenza e range è stato riscontrato in 23 lesioni benigne (85% di tutte le lesioni benigne); il tipo III con picchi irregolari è stato ritrovato in 1 lesione benigna (3,7% di tutte le lesioni benigne) e in 10 lesioni maligne (91% di tutte le lesioni maligne); il tipo II è stato ritrovato nelle 2 fibromatosi aggressive extra-addominali; il tipo anomalo in 2 lesioni benigne ed in 1 tumore maligno. Una lesione benigna presentava una vascolarizzazione scarsa che non permetteva un'analisi wash-in e wash-out.
Conclusioni. La quantificazione automatica del mezzo di contrasto sembra essere utile per distinguere le lesioni benigne da quelle maligne nello studio dei tumori delle parti molli (85% di sensibilità, 91% di specificità).

inizio pagina