Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2001 April;52(2) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2001 April;52(2):87-92

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2001 April;52(2):87-92

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Discectomia cervicale per via anteriore con e senza fusione ossea intersomatica (Studio retrospettivo su 77 pazienti)

Turtas S., Sias W., Uda M., Zirattu G.


PDF


Obiettivo. Lo studio è mirato alla valutazione comparativa retrospettiva degli esiti a distanza in 77 pazienti affetti da mielopatia e/o radiculopatia cervicale ed operati di discectomia cervicale per via anteriore con e senza fusione ossea intersomatica.
Metodi. Quaranta pazienti sono stati sottoposti a semplice discectomia mentre i rimanenti 37 a discectomia seguita da apposizione di tassello osseo sec. Smith-Robinson. Dopo un follow-up variante da 1 a 15 anni i pazienti sono stati sottoposti a studio radiologico. Il quadro clinico complessivo è stato valutato quantitativamente tenendo conto sia della sintomatologia soggettiva che dell'obiettività neurologica riscontrata.
Risultati. Sebbene la percentuale di artrodesi sia nettamente superiore, per quanto non in modo significativo, nel gruppo trattato con la fusione intersomatica, i pazienti operati di sola discectomia sono risultati soggettivamente più soddisfatti. La sofferenza radicolare cervicale e il coinvolgimento di un singolo disco sono stati giudicati elementi prognosticamente più favorevoli rispetto ad un quadro mielopatico ed alla presenza di due o più discopatie.
Conclusioni. La sola discectomia cervicale, soprattutto se praticata ad un singolo spazio ed in pazienti con sola radiculopatia, appare il trattamento di scelta nella maggioranza delle discopatie cervicali sintomatiche.

inizio pagina