Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 August;50(4) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 August;50(4):159-68

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

CASI CLINICI   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 August;50(4):159-68

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Pseudoaneurisma dell’arteria tibiale posteriore come complicazione nell’uso del fissatore esterno (Descrizione di un caso clinico)

Peretti G. M., Razza F., Mac’as G., Lastroni G.


PDF


Gli Autori descrivono la loro esperienza nel trattamento di un caso di pseudoartrosi di tipo III (infetta in attività) al terzo inferiore di tibia in un paziente di 36 anni, complicata dalla comparsa di uno pseudoaneurisma a livello dell'arteria tibiale posteriore, come conseguenza dell'uso di fissatore esterno circolare tipo Ilizarov. Il nostro caso ed una revisione della letteratura sottolineano il rischio, legato a questa metodica, della complicazione di una lesione vascolare, quando ci si trovi di fronte a casi con una lunga storia di interventi chirurgici, che possono quindi in qualche modo aver modificato l'anatomia vascolare del distretto in trattamento. Viene sottolineata l'importanza dell'arteriografia, come indagine sia diagnostica, qualora la lesione si fosse già verificata, sia preventiva, nello studio dell'albero vascolare di una particolare regione. Sono infine presentati i più comuni trattamenti riportati in letteratura, una volta diagnosticata la lesione.

inizio pagina