Home > Riviste > Minerva Orthopedics > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 October;58(5) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 October;58(5):343-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 October;58(5):343-6

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Discectomia cervicale per via anteriore con fusione intersomatica: analisi e considerazioni su una serie di 100 casi

Ulivieri S., Petrini C., Palma L., Oliveri G.

Department of Neurosurgery Santa Maria alle Scotte Hospital, Siena, Italy


PDF


Obbiettivo. Gli Autori riportano la loro esperienza chirurgica in un gruppo di pazienti con patologia discale cervicale trattati con discectomia cervicale per via anteriore con fusione intersomatica
Metodi. Un totale di 100 casi di patologia discale cervicale sono stati trattati mediante discectomia cervicale per via anteriore con fusione intersomatica da marzo 2003 a gennaio 2005 presso il Reparto di Neurochirurgia del Policlinico “Santa Maria “ alle Scotte” di Siena. I risultati clinici ottenuti a lungo termine sono analizzati e la letteratura attinente è revisionata. Differenti procedure operative per il trattamento della patologia erniaria a livello cervicale sono state descritte durante le ultime decadi; l’approccio microchirurgico anteriore con fusione intervertebrale ha guadagnato maggiore importanza e, ciononostante risultati clinici molto eccellenti sono stati realizzati con ogni tecnica.
Risultati. Non sono state osservate complicazioni dovute all’impianto o ulteriori interventi chirurgici. La permanenza ospedaliera in media è stata di 2,44 giorni. Le radiografie cervicali eseguite nel follow-up non hanno evidenziato rotture, collasso, pseudoartrosi o protrusione a livello degli impianti.
Conclusioni. Nella nostra opinione, e in concordanza con risultati pubblicati, le cage intervertebrali in titanio sembrano essere un ausilio molto efficace per la fusione cervicale perché offrono la stabilità immediata, migliorano la lordosi cervicale e presentano una bassa percentuale di fallimento.

inizio pagina