Home > Riviste > Minerva Oftalmologica > Fascicoli precedenti > Minerva Oftalmologica 2007 March;49(1) > Minerva Oftalmologica 2007 March;49(1):39-46

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Oftalmologica 2007 March;49(1):39-46

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Trattamento medico dei pazienti affetti da ipertensione intraoculare o da glaucoma primario ad angolo aperto

Iester M., Scrimieri F., Calabria G.

Clinica Oculistica Università di Genova, Genova


PDF


Il glaucoma primario ad angolo aperto è una patologia caratterizzata da un danno morfologico a carico del nervo ottico, che comporta un danno funzionale a carico del campo visivo. Diversi sono i fattori di rischio coinvolti nella patogenesi di questa malattia, ma l’unico attualmente trattabile è rappresentato dalla pressione intraoculare.
Secondo le linee guida dell’European Glaucoma Society (EGS), nel momento in cui viene effettuata diagnosi di glaucoma primario ad angolo aperto (POAG), bisogna iniziare una terapia, indipendentemente dal tipo di POAG. A questo riguardo l’ EGS suggerisce che come prima scelta si possa usare qualsiasi categoria di farmaci ipotonizzanti; se il primo scelto non è sufficiente può esserne aggiunto un altro usando uno dei farmaci delle altre categorie oppure si può pensare di cambiare il farmaco con uno di maggiore efficacia. In generale se sono necessari più di 2-3 farmaci topici per il controllo del tono si deve pensare alla possibilità di effettuare una trabeculoplastica laser o un intervento filtrante.
Bisognerebbe prefiggersi come target terapeutico l’utilizzo del minor quantitativo di farmaci che consenta di ottenere il valore di IOP prefissato.
Molto importante è coinvolgere in maniera attiva il paziente nel trattamento della sua malattia, perché un elemento fondamentale nel determinare il successo terapeutico è proprio la compliance.

inizio pagina