Home > Riviste > Minerva Oftalmologica > Fascicoli precedenti > Minerva Oftalmologica 2002 September-December;44(3-4) > Minerva Oftalmologica 2002 September-December;44(3-4):147-50

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Oftalmologica 2002 September-December;44(3-4):147-50

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La riabilitazione «biologica» nel glaucoma

Nuzzi R., Donati S., Brogliatti B., Grignolo F. M.


PDF


La patologia degenerativa glaucomatosa comporta un danno irreversibile alle strutture visive ed in particolare una limitazione progressiva del campo visivo. Il danno tissutale, generato da una diminuita perfusione e apporto di neurotrofine esita nel cupping a livello della lamina cribrosa. La riabilitazione del tessuto nervoso, non in grado di rigenerarsi in maniera completamente autonoma, richiede uno studio approfondito delle potenzialità di queste cellule e strutture, per una ricostituzione da un punto di vista funzionale della visione. Il trattamento con fattori di crescita si è dimostrato utile nel limitare e inibire la morte neuronale. Studi sperimentali dimostrano la possibilità di intervenire sulle diverse fasi e steps della morte cellulare con molecole in grado di modificare o inibire la risposta cellulare al danno. In questo senso è importante anche verificare il ruolo del sistema immunitario. La rigenerazione delle fibre nervose è favorita dal posizionamento di supporti di matrice cellulare adeguatamente trattati, dall'impianto di cellule della glia o di cellule ancora non indirizzate sulla via differenziativa, che meglio si adattano per le loro caratteristiche proliferative e recettività agli stimoli e ai fattori ambientali. Studi sperimentali stanno inoltre verificando la capacità integrativa e funzionale dell'impianto di porzioni di nervo, mentre la possibilità di impiantare strutture artificiali in grado di sostituire le componenti biologiche atrofiche, rappresenta un'altra alternativa terapeutica in fase di studio.

inizio pagina