Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2017 December;137(4) > Minerva Medicolegale 2017 December;137(4):103-7

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

REVIEW   

Minerva Medicolegale 2017 December;137(4):103-7

DOI: 10.23736/S0026-4849.18.01771-6

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Evoluzione storica del controverso concetto di “invalidità etica”: un’araba fenice che, in epoca moderna, è rinata dalle ceneri della medicina legale

Michele SAMMICHELI

Private Practitioner, CML INPS, Siena, Italy


PDF


L’autore ripercorre la storia del concetto di «invalidità etica», dalla sua comparsa negli anni Trenta del Novecento sino alle sue ultime applicazioni giurisprudenziali agli inizi del XXI secolo. Scopo del lavoro è stato quello di tentare di dare una spiegazione dell’inquadramento di questa fattispecie di danno alla persona prima nel contesto dei cosiddetti danni morali e, quindi, il suo slittamento nel novero del danno biologico di natura psichica. La spiegazione che l’Autore ci fornisce è da ricercarsi nelle mutate condizioni storiche, ideologiche e filosofiche che videro prima nascere il concetto e, poi, furono spettatrici della sua applicazione, talora distorta, in campo medico legale e giuridico.


KEY WORDS: Disability evaluation - Jurisprudence - Forensic medicine

inizio pagina