Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2017 June;137(2) > Minerva Medicolegale 2017 June;137(2):43-7

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

CASE REPORT   

Minerva Medicolegale 2017 June;137(2):43-7

DOI: 10.23736/S0026-4849.17.01766-7

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La problematica della precostituzione in ambito previdenziale INPS, legge N. 222/1984: discussione nel merito di un caso singolare

Michele SAMMICHELI, Marcella SCAGLIONE

Centro Medico Legale (CML) INPS di Siena, Siena, Italia


PDF


La precostituzione, cioè la condizione per la quale il rischio tutelato dall’assicurazione sociale si era già concretizzato prima della stipula del contratto assicurativo, da sempre costituisce un elemento di incertezza valutativa e fonte di contenzioso in ambito previdenziale. Il presente lavoro, partendo da un caso emblematico giunto all’osservazione del CML INPS di appartenenza, cerca di chiarire i concetti di vizio e rischio precostituito, descrivendone le peculiarità e facendone emergere le differenze; in particolare, il lavoro si sofferma sulle caratteristiche che le infermità sopraggiunte e l’aggravamento, cioè l’evoluzione peggiorativa di uno stato morboso preesistente per accentuazione, diffusione o complicazione della medesima infermità, devono presentare affinché divengano valutabili in sede di invalidità pensionabile. Infine, gli Autori cercano di stilare delle semplici e concise linee operative per la corretta valutazione delle patologie precostituite in ambito previdenziale.


KEY WORDS: Disability evaluation - Social security - Preexisting condition coverage

inizio pagina