Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2009 December;100(6) > Minerva Medica 2009 December;100(6):437-46

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW  MALATTIE VIRALI 

Minerva Medica 2009 December;100(6):437-46

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Linee guida cliniche per la gestione dell’infezione virale acuta nei pazienti con lupus eritematoso sistemico

Ramos-Casals M., Cuadrado M. J., Alba P., Sanna G., Brito-Zerón P., Bertolaccini L., Babini A., Moreno A., D’Cruz D., Khamashta M. A.

1 Department of Autoimmune Diseases, Laboratory of Autoimmune Diseases “Josep Font”, Institut d’Investigacions Biomèdiques, August Pi i Sunyer (IDIBAPS),Hospital Clínic, Barcelona, Spain 2 Lupus Research Unit, The Rayne Institute, King’s College London School of Medicine at Guy’s King’s and St Thomas’ Hospitals St Thomas’ Hospital, London, UK 3 Department of Rheumatology, Hospital Córdoba, Córdoba, Argentina 4 Department of Infectious Diseases, Institut d’Investigacions Biomèdiques, August Pi i Sunyer (IDIBAPS), Hospital Clínic, Barcelona, Spain.


PDF


Negli ultimi decenni, molti gruppi di ricerca si sono focalizzati sul ruolo delle infezioni virali nell’eziopatogenesi del lupus eritematoso sistemico (systemic lupus erythematosus, SLE), la cosidetta “ipotesi virale”. I pricipali candidati sono l’herpes virus così come l’Epstein–Barr virus ed il citomegalovirus, che ha una prelevanza nel siero della popolazione generale. In ogni caso non è ancora stato scoperto un agente virale che possa causare SLE, sebbene siano stati condotti molti interessanti studi clinici sulle complessa interazione tra gli agenti virali e l’SLE. Questa rassegna analizza 88 casi di infezioni virali acute nei pazienti con SLE ed identifica le situazioni in cui le infezioni virali influenzano la diagnosi, la prognosi o il trattamento della SLE. Proponiamo inoltre delle linee guida cliniche per l agestione di queste infezioni nei pazienti affetti da SLE.

inizio pagina