Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2000 November-December;91(11-12) > Minerva Medica 2000 November-December;91(11-12):283-90

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Medica 2000 November-December;91(11-12):283-90

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Ormoni sessuali ed osteoporosi maschile (Una prospettiva fisiologica di prevenzione e terapia)

D’Amore M., Bottalico C., D’Amore S., Di Chio A., Scagliusi P.


PDF


Obiettivo. L'osteoporosi maschile è una patologia spesso sottovalutata e misconosciuta perché meno frequente di quella femminile postmenopausale. Gli Autori, dopo aver passato in rassegna le cause di osteoporosi nel maschio, sottolineano l'importanza del dosaggio degli ormoni sessuali anche in assenza di segni di ipogonadismo.
Metodi. Sono stati studiati 62 soggetti di età compresa tra i 45 e i 65 anni, non affetti da particolari patologie infiammatorie e che non assumevano farmaci in grado di alterare la massa ossea. Tali pazienti sono stati sottoposti a mineralometria ossea computerizzata e al dosaggio dei seguenti ormoni sessuali: LH, FSH, testosterone totale e libero, SHBG, estrone, estradiolo. Per la Mineralometria ossea sono stati utilizzati due metodi (Norland 2780 ed UBA 575 Walker e Sonix).Risultati. Laddove veniva dimostrata osteoporosi o osteopenia, sempre esistevano alterazioni di ormoni sessuali maschili. Le valutazioni statistiche (con la regressione lineare semplice e con il coefficiente di Pearson nonché con la regressione multipla ed il metodo della Backward Stepwise Multiple Regression), hanno dimostrato che c'era una correlazione statisticamente significativa tra testosteronc totale e osteoporosi.
Conclusioni. Il testosterone totale è risultato l'ormone sessuale più predittivo di riduzione di massa ossea; ne scaturisce l'importanza del dosaggio degli ormoni sessuali nel maschio con osteoporosi, al fine di programmare una corretta e fisiologica terapia.

inizio pagina